You are here

Per ogni chilo di sudore si perde mezzo litro d’acqua

Per ogni chilo di sudore si perde mezzo litro d’acqua

In estate ancora più importante idratarsi correttamente. Ecco i consigli dell’American Heart Association

MILANO – Che si pratichi sport, si faccia una semplice passeggiata o si stia stesi al sole, quando le temperature aumentano bere la giusta quantità di acqua è importante anche per recuperare tutti i liquidi che si perdono. Secondo il dottor John Batson, volontario dell’American Heart Association, in estate si può arrivare a perdere anche mezzo litro d’acqua per ogni chilo di sudore. E in più, mantenere il corpo idratato, aiuta anche il cuore a pompare più facilmente il sangue ai muscoli attraverso i vasi sanguigni.

Di quanta acqua abbiamo bisogno?

Il quantitativo per persona varia non solo a seconda delle condizioni climatiche, degli indumenti indossati e dal tipo di attività che si svolge. Fondamentali sono anche le condizioni mediche. Persone affette da diabete o malattie cardiache hanno bisogno di bere più della norma. Le persone con fibrosi cistica hanno alte concentrazioni di sodio nel loro sudore e devono stare particolarmente attente alla disidratazione, poiché alcuni farmaci possono agire da diuretici e favorire la perdita di liquidi. Secondo Batson, la sete non è il miglior indicatore della necessità di bere. Il modo migliore è controllare il colore delle urine: pallido e chiaro significa che siamo correttamente idratati. Se invece siamo curiosi di sapere esattamente di quanta acqua abbiamo bisogno, Batson raccomanda di pesarsi prima e dopo un esercizio fisico per vedere quanto sudore abbiamo perso e, di conseguenza, quanti liquidi occorre reintegrare. “Per ogni chilo di sudore – ha spiegato Batson – perdiamo mezzo litro d’acqua”.

L’acqua è la soluzione migliore

Secondo l’esperto dell’American Heart Association, le bevande sportive sono consigliate solo alle persone che praticano sport a livello agonistico o comunque ad altissima intensità. Per la maggior parte delle persone, invece, l'acqua è la bevanda migliore da bere per rimanere idratati. Anche gli alimenti, come frutta e verdura, contengono una discreta percentuale di acqua e sali minerali. Da evitare bevande contenenti caffeina poiché favoriscono la diuresi e, quindi, la perdita di liquidi. Dal punto di vista alimentare, invece, Batson dopo un’attività fisica consiglia spuntini sani come fette d’arancia e banane o una piccola manciata di noci senza sale.