Groenlandia, lo scioglimento dei ghiacci provoca l’aumento del livello dei mari - In a Bottle

Groenlandia, lo scioglimento dei ghiacci provoca l’aumento del livello dei mari

Secondo alcuni dati elaborati dai satelliti, in 2 mesi si è verificato un innalzamento di 2,2 millimetri di tutte le acque globali

MILANO – 600 miliardi di tonnellate di ghiaccio della Groenlandia. È questa la quantità che si è sciolta la scorsa estate, una delle più torride degli ultimi anni, nella regione artica. Un dato che, in soli due mesi, ha fatto innalzare il livello globale del mare di 2.2 millimetri. Gli scienziati inoltre, sono arrivati a sostenere che l’enorme calotta glaciale della Groenlandia abbia perso una media di circa 270 miliardi di tonnellate di ghiaccio tra il 2002 ed il 2019.

Il parere degli esperti

“È fatto noto – dichiara Isabella Velicogna, docente di Scienze del sistema Terra presso l’Università della California ‘Irvine’ – che la scorsa estate sia stata una delle più torride per la Groenlandia”. I ghiacciai si stanno sciogliendo in tutto il mondo a causa dei cambiamenti climatici. Il ghiaccio riflette la luce del sole e, ritirandosi, fa sì che le superfici scure sottostanti assorbano ancora più calore. Di conseguenza si verifica un’ulteriore accelerazione nello scioglimento.

“Nella regione dell’Antartide – conclude la Dottoressa Isabella Velicogna – lo scioglimento dei ghiacci sta continuando. Nell’ultimo periodo, però, si sono osservati degli aumenti di massa nel settore atlantico dell’Antartide orientale. Tutto ciò a causa di un aumento delle nevicate che hanno contribuito a rallentare lo scioglimento dei ghiacci negli ultimi vent’anni in altre parti del continente”.

Fondamentale il lavoro svolto dai satelliti

“I set di dati provenienti da satelliti come Grace e da altri sensori sono altamente affidabili. Questi sono molto importanti per chiarire che cosa sta succedendo realmente” ha dichiarato Richard Alley, glaciologo della Penn State University.

Il satellite Grace, grazie a strumenti innovativi, è in grado di misurare “grumi” e “protuberanze” nella gravità terrestre. Riesce quindi a valutare con precisione le variazioni delle masse di ghiaccio e di acqua. Il risultato dei rilievi è stato in seguito pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters (GLR) e rilanciato a sua volta dalla BBC. A differenza di altri satelliti, Grace è stata in grado di “pesare” la quantità di ghiaccio sciolto, offrendo uno “sguardo unico” sulle calotte polari ed i rispettivi ghiacciai.

Non è la prima volta che la Groenlandia è soggetta allo scioglimento dei ghiacci. Se ne era già parlato due anni fa a seguito delle rilevazioni a cura della Rowan University’s School of Earth & Environment.

di Rossella Digiacomo

Source: Adobe Stock

31 Marzo 2020