“Green Game”, quando il riciclo diventa un gioco

“Green Game”, quando il riciclo diventa un gioco

Spopola in Sicilia il progetto ecologico voluto dai Consorzi Nazionali per il Riciclo

MILANO – Giocare per l’ambiente. Fa sempre più rumore “Green Game”,  il concorso didattico itinerante riservato agli studenti italiani delle classi 1^ e 2^ delle scuole secondarie superiori. Una gara che segue il format del quiz a squadre e si avvale di tecnologie interattive. Consiste nello sfidarsi rispondendo esattamente a domande multi-risposta a tempo, che appariranno su un  mega-screen. Le classi, dotate di pulsantiera wireless, risponderanno a quesiti su: raccolta differenziata, piano studi (preparate dai propri Docenti), cultura generale, conoscenza del territorio, educazione civica e ambientale. Un’iniziativa dei Consorzi Nazionali per la Raccolta, il Recupero ed il Riciclo degli Imballaggi in: Alluminio (Consorzio Cial), Carta (Consorzio Comieco), Plastica (Consorzio Corepla), Vetro (Consorzio Coreve), Acciaio (Consorzio Ricrea) e Legno (Consorzio Rilegno).

Come funziona

- Il team arriva e predispone il set per l’evento

- Viene presentato il format

- Divisione in squadre: ogni classe diventa una squadra. Sarà scelto il Team Leader al quale verrà   consegnata la pulsantiera per le risposte

- Trasferimento di nozioni e valori ai ragazzi

- Inizia la gara e si svolge attraverso una metodologia di apprendimento innovativa che prevede quesiti con multi-risposta

- Gli studenti acquisiscono nozioni sul lavoro in team, fanno gruppo, rispondono alle domande oltre a spiegare ed argomentare le risposte date: si tratta di una verifica immediata delle nozioni trasferite precedentemente

- Ogni classe è una squadra, che sfiderà le classi di altre scuole. L’iscrizione è gratuita. La durata massima dell’evento in ogni istituto è di 90 minuti.

- Sarà consegnato ai ragazzi partecipanti materiale informativo sulla Raccolta Differenziata.

- Verranno assegnati premi e gadget agli studenti e premi in denaro all​e​ scuol​e (prime tre classificate)​ che vincer​anno​ la Finale Regionale.

Un progetto ambizioso, volto alla sensibilizzazione sui temi dell’ambiente patrocinato anche dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

di Redazione