Va a Sanpellegrino il Premio Logistico dell’anno 2015

Va a Sanpellegrino il Premio Logistico dell’anno 2015

Levissima viaggerà su 12 nuovi mezzi alimentati a LNG (Liquiefied Natural Gas) grazie al progetto in partnership con il Gruppo Maganetti

MILANO – Una capacità inquinante 11 volte inferiore rispetto ai più moderni veicoli per il trasporto merci. Un minore impatto ambientale dal punto di vista acustico e un vantaggioso risparmio sui consumi in confronto al gasolio. Saranno queste le caratteristiche dei 12 nuovi mezzi di trasporto alimentati a LNG (Liquiefied Natural Gas) che il Gruppo Sanpellegrino utilizzerà da febbraio 2016 per il brand Levissima. Caratteristiche vincenti, tanto che il Gruppo Sanpellegrino – Nestlé Waters Italy si è aggiudicato, proprio grazie al progetto “LNG in Assologistica” presentato in collaborazione con il Gruppo Maganetti, il premio “Logistico dell’anno 2015” “per l’impegno innovativo in Sostenibilità ambientale”, come ha affermato la giuria.

Il combustibile innovativo

Acronimo di Liquiefied Natural Gas, l’LNG è semplicemente metano con una minore concentrazione di idrocarburi.  Portato alla temperatura di -170°, a questo stadio il metano si presenta liquido, chiaro, incolore, inodore, non corrosivo né tossico. In sintesi, facilmente trasportabile ed utilizzabile. Il metano viene infatti raffreddato direttamente al momento dell’estrazione e mantenuto in temperatura durante tutta la catena del trasporto. In questo modo, il metano può essere trasportato ad una pressione notevolmente inferiore rispetto al semplice gas compresso (9bar rispetto a 200bar) e lo stato liquido lo rende estremamente più denso e meno pericoloso: il rischio esplosivo viene annullato e al contempo viene garantita un’autonomia maggiore.

Il campo di applicazione

Una valida alternativa ai combustibili tradizionali, che Levissima e il Gruppo Maganetti, l’operatore logistico con sede a Tirano in Valtellina, hanno deciso di adottare perché l’unica in grado di abbattere sensibilmente l’inquinamento dei mezzi pesanti nei tragitti di media percorrenza. A patto di pianificare e programmare attentamente le tratte, dato che le stazioni di rifornimento dotate di LNG non coprono ancora l’intero territorio nazionale. Proprio per questo si è scelto di impiegare i 12 nuovi mezzi sulle strade dapprima della Lombardia e successivamente del Veneto, aree dotate di stazioni di riferimento, con ricarico del mezzo presso gli altri stabilimenti del Gruppo Sanpellegrino situati nelle stesse aree di consegna. Questo bilanciamento consentirà la massima efficienza per i mezzi senza rischi di percorrenze a vuoto, utilizzando un carburante a bassissime emissioni nocive. Ulteriore obiettivo per migliorare la sostenibilità ambientale, ancora più ambizioso, da realizzare sempre nel corso del 2016 con l’importante contributo del Gruppo Maganetti, sarà inoltre quello di costruire una stazione di rifornimento di LNG in Valtellina, a circa 100 km dallo stabilimento di Levissima.  

di Redazione