You are here

4 trucchi per prendersi cura dei capelli in estate

Scopri i quattro semplici trucchi per prenderti cura dei tuoi capelli in estate: tanta acqua, meno piastre e phon e protezione specifica per il sole

MILANO – Arriva l’estate e si deve ricorrere ai ripari, in quanto come cambia la stagione cambia la beauty routine per corpo e capelli.

I capelli al mare, infatti, hanno bisogno di una dose extra di protezione e dolcezza che li metta al riparo dagli spiacevoli danni dei raggi UV e della salsedine.

Le beach waves saranno pure meravigliose, ma facciamo in modo di evitare che lo stile selvatico da spiaggia a settembre si traduca in trattamenti costosissimi dal parrucchiere di fiducia o in un necessario ma dolorosissimo taglio drastico.

Occhio quindi: il sole provoca danni non solo alla pelle, ma anche alla fibra capillare, che va protetta per preservare l’idratazione e il colore.

L’importanza dell’acqua per i capelli

È la prima regola fondamentale, che non vale soltanto per la pelle ma anche per la nostra splendida chioma. La mancanza d’acqua, infatti, porta a disidratare la fibra capillare, rendendo i capelli aridi secchi e opachi. Dunque teniamolo a mente se vogliamo evitare l’odioso effetto paglia sulla testa.

L’aiuto del latte

Il latte è un potente idratante e serve a proteggere la chioma mantenendo elevato il potere d’idratazione. L’obiettivo è preservare il colore il più possibile facendolo durare più a lungo, senza alterare lo spessore della fibra capillare.

Come la pelle subisce un invecchiamento a causa della mancanza di collagene, anche i capelli seguono questo percorso con la perdita di cheratina, che si traduce essenzialmente in una diminuzione del loro spessore e nella conseguente comparsa delle doppie punte.

Protezione per il colore dei capelli

I capelli colorati sono più sensibili ai danni del sole, ma questo non vuol dire che chi ha capelli naturali non debba avere necessità di prodotti con una protezione specifica.

Occhio quindi, a usare i giusti prodotti non solo per il sole, ma anche a seconda della tipologia di capello e di esigenza specifica.

Out piastre e phone

Se possibile (e se non soffrite di cervicale) cerchiamo di limitare il più possibile il phon e la piastra che non fanno altro che stressare ulteriormente il capello. Lasciamolo asciugare all’aria aperta e uniamoci al #wavyhairdontcare, stile Chiara Ferragni.

di Alessandro Conte

26 luglio 2018

credits: fotolia