You are here

L'idratazione rende serena la menopausa

L'idratazione rende serena la menopausa

Il calo degli ormoni femminili nel periodo della menopausa può creare scompensi. Ecco come con una corretta idratazione aiuta a correre ai ripari

MILANO – La menopausa, che corrisponde al termine dell’età fertile, porta nella donna diversi cambiamenti e talvolta squilibri.

Il calo degli ormoni femminili che si verifica in questo periodo può provocare una serie di conseguenze, sia a livello fisico che emotivo, che generano in molte donne preoccupazione e insicurezza

Un sondaggio condotto dalla SIGO, Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia e riportato da Hydrationlab.it, evidenzia che  in questo periodo il 76% delle donne lamenta un aumento di peso e una tendenza a una distribuzione disarmonica di chili in eccesso sul corpo, il 68% presenta disturbi urinari, il 31% soffre di sbalzi d’umore e oltre il 50% non sa che può aumentare il rischio oncologico e cardiovascolare.

Buone abitudini

Tra le “buone abitudini” che possono essere adottate per affrontare con serenità questo momento della vita, oltre a seguire una sana alimentazione e una regolare e moderata attività fisica, è importante prestare attenzione alla quantità di acqua che viene introdotta quotidianamente.

Bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno è fondamentale in tutte le stagioni della vita ma lo è a maggior ragione in menopausa, quando si verificano una serie di sintomi - dalle vampate di calore alle sudorazioni notturne - che rendono ancora più importante il ripristino dell’equilibrio idrico.

Il valore dell’idratazione

Una corretta idratazione è una strategia importante per prevenire diverse patologie e problemi come la calcolosi renale e alcuni disturbi diffusi nel periodo della menopausa, come le infezioni delle vie urinarie e la stipsi.

Nello specifico è consigliabile assumere acque ricche di calcio, ma povere di sodio. Infatti il fabbisogno di calcio e la sua adeguata assunzione impongono una dieta povera di alcool e di sodio, elementi che ne ostacolano l’assorbimento.

Dal punto di vista alimentare, bisognerebbe privilegiare il consumo di cereali integrali, legumi, rispettare la stagionalità dei cibi e consumare tutti i giorni frutta e verdura di stagione, ricche di fibre, vitamine e antiossidanti per aiutare il proprio organismo a mantenersi in forma e in salute.

di Michael Vedovato 

13 novembre 2017

credits: Fotolia