L’acqua ricca di sodio fa male?

L’acqua ricca di sodio fa male?

L'acqua con residuo fisso alto fa male? Quali sono i benefici di bere acqua ricca di sodio? Lo abbiamo chiesto ad un esperto nutrizionista

MILANO – Abbiamo già analizzato come, tra i minerali, il sodio sia abbondantemente presente nell'organismo ed essenziale per la vita umana. In particolare, le acque ricche di sodio, ovvero quelle con un tenore di sodio superiore ai 200 milligrammi per litro, possono avere effetti benefici sulla salute, in particolare sull’attività nervosa e muscolare. In che modo? Lo abbiamo chiesto al nutrizionista Maurizio Fiocca.

A che serve il sodio nell'acqua?

Il sodio è un nutriente molto importante che deve essere adeguatamente reintegrato in caso di perdite, ad esempio quando si suda molto. Se è vero che un eccesso di sodio può aumentare il rischio di problemi renali e cardiovascolari, è altrettanto vero che la quantità presente nell’acqua è decisamente secondaria rispetto al sodio assunto con il cibo.

L’organismo di un individuo adulto contiene circa 92 grammi di sodio, distribuiti soprattutto nel sangue (circa il 40%). Esso è un nutriente che serve principalmente a regolare l’equilibrio idrico delle cellule, controllare la trasmissione degli stimoli nervosi, stimolare la contrazione muscolare.

L'acqua ricca di sodio fa male?

Il consumo regolare di acqua sodica è sconsigliato in caso di ipertensione, ritenzione idrica e problemi renali. “Il sodio è un nutriente importante nella dieta ma, a differenza del magnesio, tende a far mantenere il ristagno dei liquidi – afferma Fiocca – Per questo le acque ricche di sodio tendono ad aumentare la ritenzione dei liquidi nell’organismo, mentre quelle povere di sodio riducono la pressione arteriosa e vengono consigliate a coloro che soffrono di pressione alta, problemi cardiovascolari, diabete. Il sodio non fa altro che aumentare la concentrazione osmotica del sangue, richiamando liquidi al suo interno.”

Ti potrebbe interessare anche: Acqua povera di sodio: proprietà e benefici

Acqua con più sodio: a chi è consigliata

Le acque minerali con più sodio sono consigliate per reintegrare sali minerali e carenze specifiche, in particolare in caso di attività sportiva intensa, accompagnata da sudorazione abbondante, e di perdite di liquidi eccessive. “Le acque con sodio alto, dette anche ipertoniche – afferma il nutrizionista Fiocca - trattengono maggiormente i liquidi e quindi aumentando la ritenzione di quest’ultimi, riducendo la diuresi.”

Di Rossella Digiacomo

READ MORE