You are here

I misteri dell'acqua raccolti nel libro di Alok Jha

L'acqua è appiccicosa, quella calda congela più rapidamente di quella fredda: Alok Jha nel suo libro svela tutti i misteri della straordinaria sostanza.

MILANO – Tra le sostanze presenti sulla Terra, l’acqua è probabilmente l’unica di cui proprio tutti conoscono la formula chimica: H2O. L’acqua è comune, quotidiana, semplice (una piccola molecola fatta di soli tre atomi legati tra loro a formare una microscopica V).

Sembra non nascondere grossi misteri e invece sorprendente e, secondo il celebre scrittore scientifico Philip Ball, viola tutte le regole. Quali?

A svelare tutte le sorprese dell'acqua, i suoi misteri e gli aspetti straordinari è Alok Jha nel volume "Il libro dell'acqua. La storia straordinaria della più ordinaria delle sostanze" (Bollati Boringhieri).

Qualche esempio di stranezze tipiche del liquido più comune della Terra? L’acqua solida galleggia su quella liquida (il ghiaccio galleggia sull’acqua). Nessun’altra molecola lo fa.

La molecola misteriosa

L’acqua calda congela più rapidamente di quella fredda. Sembra un controsenso, eppure è così e il fenomeno, il cosiddetto "effetto Mpemba", prende il suo nome da quello di un ragazzino tanzaniano goloso che produceva i suoi gelati mettendo nel freezer il latte zuccherato ancora bollente.

Il solo fatto che la molecola di H2O a temperatura ambiente e pressione normale sia liquida è una cosa già di per sé sorprendente.

L’acido solfidrico, di formula chimica molto simile (H2S), è un gas, pur avendo peso molecolare doppio rispetto all’acqua; l’ammoniaca (NH3) e l’acido cloridrico (HCl) hanno molecole di dimensioni paragonabili all’H2O, ma anche loro sono gas.

Le fasi dell’acqua

Come le altre molecole, l’acqua ha una fase liquida (acqua), una fase gassosa (vapore acqueo) e una fase solida (ghiaccio). Una sola fase solida? No: le fasi solide oggi note dell’acqua sono ben 16. Sedici diverse forme di cristallizzazione, di cui il ghiaccio (noto come Ih) è solo la più comune.

L’acqua è una sostanza incredibilmente 'appiccicosa'. Ed è proprio grazie a questa sua alta tensione superficiale che esiste la vita sulla Terra (se non fosse così le radici degli alberi non potrebbero prelevare l’acqua dal terreno, tanto per cominciare).

Praticamente tutti i composti si sciolgono in acqua. L’acqua interagisce con tutto quello con cui viene in contatto, e sul lungo periodo è pertanto una delle sostanze più corrosive che esistano.

L’autore

Alok Jha, fisico per formazione, già corrispondente scientifico del "Guardian", lavora per il canale televisivo britannico itv. Attivo anche alla BBC, Alok Jha ha ricevuto il premio di scrittura scientifica dall’American Institute of Physics nel 2014 ed è stato nominato Scrittore scientifico europeo dell’anno nel 2008. Per Bollati Boringhieri ha pubblicato "Manuale dell’apocalisse. Cinquanta ipotesi sulla fine del mondo" (2014).

di Salvatore Galeone

24 gennaio 2018

Source: ideasfestival.co.uk