Una foresta di plastica per salvare l'ecosistema

Una foresta di plastica per salvare l'ecosistema

Una foresta di plastica al servizio dell'ecosistema: è il progetto dell'artista Dale Wayne che trasforma bottiglie di plastica in fiori colorati

MILANO –  Un progetto divertente e semplice, per trasformare le bottiglie di plastica in bellissimi fiori colorati. L'idea, come spiega il Washington Post, è nata da un progetto d’arte realizzato la scorsa estate nel Maryland. L’obiettivo?  Per l’artista Dale Wayne, responsabile dell’iniziativa, è quello di creare un contesto floreale utilizzando materiali riciclati, può aiutare a sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del riciclo.

Arte amica della natura

La mission di Wayne è di trasformare i rifiuti in opere d’arte. Non sempre sono facili da realizzare,  ma alcune di queste sono facilmente riproducibili da tutti, come nel caso delle piante. Una o due bottiglie di colore diverso possono essere arrangiate in forme differenti, rendendole malleabili con il calore. Come alternativa si può decidere di usare solo il collo, così da creare un bel cactus tondo, ad esempio. Farne le spine potrebbe essere la parte più difficile: si può decidere di lavorare la plastica intagliandola e bucandola, dando vita così ad un effetto ottico, oppure applicare delle fettucce da elettricista bianche con della semplice colla. E per i fiori? Dei tappi intagliati da incollare su una protuberanza si prestano benissimo.

Non solo piante

Riciclare la plastica e trasformare delle bottiglie in utensili è facile e può essere fatto da chiunque. Per fare delle mini-serre ad esempio, basta tagliare la parte del cono di una bottiglia trasparente e infilarla nel terreno imprimendo una leggera pressione, affinché non voli via col vento. Questa piccolissima serra proteggerà i primi germogli delle vostre piante dalle dannose gelate invernali. Non solo, seguendo lo stesso procedimento la bottiglia di plastica può essere utilizzata come anti-zanzara. Dopo aver tagliato la parte superiore, basta incollarla utilizzando della colla o silicone. A questo punto si deve preparare una mistura con acqua tiepida, ½ tazza di zucchero ed un cucchiaino di lievito e versarlo nella bottiglia. Le zanzare sono attirate dall'anidride carbonica che si sprigiona dal lievito a contatto con lo zucchero, penetrano nella bottiglia pensando che vi sia del cibo e restano intrappolate. 

di Salvatore Galeone

8 febbraio 2016

credits: Washington Post