You are here

Scoperta acqua sulla luna di Giove

L'Hubble Space Telescope della NASA ha osservato il vapore acqueo al di sopra della regione polare sud di Europa, la luna di Giove, fornendo la prima forte evidenza di geyser d'acqua in eruzione...

Lo ha rilevato l’Hubble Space Telescope della NASA

MILANO – Non c’è ancora la certezza assoluta che si tratti di acqua ma i ricercatori la ritengono la spiegazione più probabile. Si tratta di alcuni pennacchi d’acqua sulla superficie di Europa, la luna di Giove, rilevata da alcuni scienziati della Nasa.

LA SCOPERTA– “Se i pennacchi sono collegati con l’acqua sotto la superficie c’è fiducia sul fatto che sotto la crosta di Europa ci sia un oceano – ha detto l'autore Lorenz Roth del Southwest Research Institute di San Antonio – Questo significa che le indagini future potranno spiegare direttamente la composizione chimica dell'ambiente potenzialmente abitabile di Europa”. Attraverso una rilevazione spettrografica è stata rilevata la luce ultravioletta di un’aurora alimentata dal forte campo magnetico di Giove vicino il suolo lunare. L’origine di questa luce – ovvero ossigeno ed idrogeno eccitati – deriverebbe dalle molecole d’acqua spezzate dagli elettroni lungo le linee del campo magnetico.

L’ACQUA NELLO SPAZIO– Nel 2005 sempre la Nasa aveva rilevato getti di vapore acqueo e polvere che fuoriuscivano dalla superficie di Enceladus, la luna di Saturno. Recentemente, invece, un altro studio scientifico condotto stavolta dai ricercatori del Dipartimento di astronomia del Michigan e gli astrofisici e i chimici dell’Università di Exeter ha fatto luce sulle origini “spaziali” dell’acqua terrestre. Sarà fascino o suggestione ma, queste rilevazioni scientifiche, sono destinate ad alimentare la speranza che possa esistere acqua anche in zone diverse dalla Terra.

aggiornato il 3 novembre 2014