Nel 2017 in Italia è cresciuto il consumo di acqua minerale

Nel 2017 in Italia è cresciuto il consumo di acqua minerale

Secondo i dati dell'IRI, nel 2017 con 225 litri pro capite bevuti, il consumo di acqua minerale è cresciuto dell'8% rispetto all'anno precedente

MILANO – Sempre più italiani scelgono di bere acqua minerale. La stima del consumo pro-capite nel 2017 è stata infatti pari a 225 litri/anno.

Stando ai dati IRI 2017 relativi ai canali di distribuzione moderna, gli italiani hanno infatti consumato 9,5 miliardi di litri di acqua minerale con una crescita dell’8% rispetto al 2016.

Tra i motivi di tale crescita hanno contribuito senza dubbio anche le alte temperature registrate durante l’estate scorsa.

I dati

Tra le acque in bottiglia gli italiani mostrano di preferire quella naturale, con un indice di oltre il 70% sul totale dei consumi in casa.

Anche il consumo d’acqua effervescente naturale è in aumento e rappresenta oltre l’11% del totale, superando di poco i volumi registrati relativi al consumo d’acqua gassata.

L’acqua minerale leggermente frizzante si assesta invece soltanto al 4,8% del totale. Al ristorante però gli italiani scelgono in percentuali maggiori le acque gassate e quelle effervescenti naturali, probabilmente in virtù del contributo offerto nel favorire la capacità digestiva.

Dall’analisi dei dati IRI emerge infine anche un altro elemento interessante, ossia lo spostamento dei consumi dalle altre bibite  alle acque minerali.

Le ragioni di tali crescita

Le ragioni di tale crescita di consumi di acqua minerale sono da rintracciarsi  in particolare nella buona conoscenza degli italiani in tema di  cultura dell’idratazione, a partire dalla loro consapevolezza, spesso disattesa, di bere 2 litri d’acqua al giorno per custodire la propria salute e soprattutto il benessere del proprio corpo.

di Prisca Peroni

7 giugno 2018

credits: fotolia