You are here

Vacanze all’estero? Ecco i consigli per farle in sicurezza

Vacanze all’estero? Ecco i consigli per farle in sicurezza

Il Ministero della Salute mette in guardia l’italiano da possibili malattie o infezioni

MILANO – Le ferie sono alle porte e gli italiani stanno già sognando la meta delle proprie vacanze. Godere delle meraviglie italiane o tuffarsi nelle mete esotiche presenti all’estero? L’obiettivo comune è rilassarsi e staccare la spina dalla routine quotidiana. A volte accade però che le mete più gettonate nascondano imprevisti spiacevoli, soprattutto a causa delle condizioni igenico-sanitarie non ottimali.

Come prevenire questi inconvenienti

E’ importante sensibilizzare l’opinione pubblica sull’argomento. Per questo motivo autorevoli Istituzioni quali il Ministero della Salute e il Ministero degli Affari Esteri forniscono ai cittadini italiani utili precauzioni e consigli da adottare per mettersi in guardia da possibili malattie e infezioni, come ad esempio l’importanza di utilizzare e bere soltanto acqua in bottiglia e bevande sigillate,  perché garanzia di igiene e sicurezza. Il Ministero della Salute consiglia innanzi tutto di conoscere la situazione epidemiologica della zona che sarà meta del viaggio, quindi invita ad evitare bagni o anche semplici passeggiate a piedi nudi in acqua dolce e stagnante e ad utilizzare acqua sicura; qualora non sia possibile utilizzare acqua minerale imbottigliata, l’acqua da bere o per gli altri usi domestici dovrà essere filtrata, bollita o trattata con disinfettanti.

La buona informazione aiuta il cittadino

L’appello degli organi istituzionali su questo tema mira ad informare i cittadini italiani sul pericolo di contrarre malattie infettive nei Paesi ad elevato rischio sanitario, come l’Africa, il Sud-Est asiatico, l’America Latina e il Medio Oriente. In queste aree la distribuzione delle patologie è molto alta, con cure e terapie che cambiano a seconda del Paese nel quale ci si trova.

Le regole da seguire

L’italiano, seguendo alcune regole dell’INMP, (Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e il contrasto delle malattie della Povertà), può evitare l’inconveniente igenico-sanitario in vacanza. Ecco le regole da seguire:

 - Bere soltanto acqua e bevande imbottigliate e sigillate

- Non aggiungere ghiaccio alle bevande

- Frutta e verdure crude vanno consumate solo dopo averle sbucciate e lavate con acqua “sicura”

- In mancanza di acqua potabile, consumarla solo dopo bollitura o con l’aggiunta di qualche disinfettante.

- Consumare solo cibi ben cotti, ancora caldi

- Non consumare pesce o frutti di mare crudi o poco cotti

- Non bere latte o mangiare latticini non pastorizzati

- Non acquistare generi alimentari da venditori ambulanti

- Curare l’igiene personale, usare acqua potabile anche per lavarsi i denti, lavarsi sempre le mani prima dei pasti e dopo l’uso dei servizi igienici

di Redazione