You are here

Lavarsi il viso con l’acqua frizzante fa bene, scopri perché

Il dermatologo americano Dendy Engelman ha spiegato perché lavarsi il viso con l’acqua frizzante fa bene; tra i benefici, l’aumento della circolazione

MILANO – La tendenza viene dall’Estremo Oriente e comunemente può essere chiamata “pulizia frizzante” o “viso gasato”. Potrebbe sembrare assurdo o paradossale, ma lavarsi il viso con l’acqua frizzante ha una serie di benefici, come ha delineato l’esperto dermatologo americano Dendy Engelman e ha documentato anche il famoso portale lifestyle Cosmopolitan.

I vantaggi

Ha lo stesso PH della tua pelle: l’acqua del rubinetto ha in genere un pH 7, mentre l’acqua frizzante ha un pH 5,5, che è anche il pH della tua pelle, quindi non irriterà il tuo viso

Pulisce i pori, riducendo al minimo l’irritazione: la carbonatazione lavora per eliminare sporcizia, sebo e impurità nei pori ostruiti, garantendo una pulizia più profonda

Aumenta la circolazione: la CO2 porta sangue e ossigeno ai tessuti della pelle, consentendo al sistema di funzionare meglio in generale, lasciandovi una pelle dall’aspetto più sano e setosa al tatto

Una tendenza che viene dal Sol Levante

Dendy Engelman, dermatologo cosmetico newyorchese, spiega come l’acqua gassata contribuisce ad una carnagione dall’aspetto più sano. “L’acqua frizzante non solo aiuta a purificare la pelle in modo più profondo, ma ci sono benefici reali esteticamente. Ad esempio, a temperatura ambiente, l’acqua gassata diventa un vasodilatatore, il che significa che i vasi sanguigni si aprono, portando l’afflusso di sangue ai tessuti della pelle. Migliora l’apporto di nutrienti, come l’ossigeno e migliora la circolazione.”

Sempre secondo l’esperto, l’acqua del rubinetto può disturbare il mantello acido della pelle, che è leggermente acido a un livello di pH 5,5. “Per coincidenza, è lo stesso pH dell’acqua gassata. Quindi, quando pulisci con quest’ultima, la carbonatazione non altera il pH della tua carnagione; mentre lavarsi il viso con l’acqua del rubinetto può causare secchezza, che può portare a minuscole fessure nella pelle, invitare i batteri a infettare.” Ha concluso il dermatologo.

di Alessandro Conte

8 ottobre 2018

credits: fotolia