Patrizia Caregnato, con "Salviamo le forme" racconto la bellezza dello star bene

In un'intervista esclusiva a Patrizia Caregnato, volto amato di Studio Aperto, ci racconta l'esperienza di "Salviamo le forme", la rubrica dedicata al benessere e al fitness di cui è autrice e curatrice. Sana alimentazione, corretta idratazione e tanta buona attività fisica gli ingredienti vincenti della rubrica. Che a breve sbarcherà anche sul web...

Consigli pratici e trucchi divertenti: così la giornalista ha reinventato il fitness in tv

MILANO – Avere un corpo perfetto è il sogno che uomini e donne vogliono raggiungere a tutti i costi, specie adesso che le vacanze si avvicinano e il count down per la prova costume scorre inesorabile. Ma al di là di trattamenti di bellezza, massacranti sedute in palestra e diete forzate – spesso prive di ogni criterio – c’è un semplice modo per sentirsi bene e piacersi. I segreti li svela la bella e brava Patrizia Caregnato, uno dei volti più amati di Studio Aperto, nella sua rubrica “Salviamo le forme”, con la quale ha reinventato il concetto di benessere in tv. E dopo l’appuntamento settimanale del sabato in coda a Studio Aperto la rubrica è pronta per andare online, dove raccoglierà tutti i contributi che non saranno mandati in onda e diventerà una sorta di tutorial del fitness.

Come nasce “Salviamo le forme”?

Sfatiamo subito un mito: non è una rubrica dedicata solo alle donne. Sicuramente la doppia presenza femminile – quella mia e della personal trainer Marcella Capizzi – farebbe credere che sia uno spazio dedicato esclusivamente a un pubblico di sole donne. In realtà molti esercizi richiedono uno sforzo che in alcuni casi anche gli uomini farebbero fatica a sostenere, anche se la tv un po’ lo maschera. Detto questo, “Salviamo le forme” nasce per dare consigli pratici e le nozioni giuste a chiunque ha voglia di sentirsi bene e recuperare il giusto feeling con il proprio corpo anche stando semplicemente a casa. E questo bisogno, fortunatamente, sta passando da un fenomeno di costume a una reale necessità di star bene.

Vincente la formula di affidare a un personal trainer l’insegnamento dell’“A, B, C” del fitness.

Direi di sì. Devo dire che l’esuberanza e le competenze di Marcella sono preziose non solo per chi si limita ad osservare ma anche per chi poi vuole mettere in pratica ciò che spieghiamo. “Salviamo le forme” non è solo una rubrica dedicata al fitness ma, almeno per come l’abbiamo immaginata e sviluppata, è una rubrica che spiega come praticare correttamente l’attività fisica. Il rischio, specie per chi si fa prendere dalla fregola dei risultati, è sbagliare i movimenti e le posture da tenere. Errori che possono anche diventare un boomerang e produrre svantaggi anziché benefici. Non a caso, oltre a spiegare gli effetti di un esercizio, diamo sempre consigli su come va fatto e cosa va evitato di fare mentre lo pratichiamo.

Un altro fattore importante è quello dell’alimentazione. Quanta peso ha in un’attività fisica?

Beh è innegabile che mangiare adeguatamente è il primo passo per star bene. Infatti la mia rubrica si chiude sempre ricordando che l’attività fisica va abbinata sempre a una sana alimentazione. E nell’alimentazione rientra anche l’idratazione, che è fondamentale non solo per chi pratica uno sport. Certo quando si suda o ci si sottopone a uno sforzo il sintomo della sete è più alto, ma per idratarsi non serve ascoltare la sete. Bisogna bere sempre e ovunque. Personalmente non esco mai senza un bottiglia di minerale in borsa né riesco a farne a meno quando vado in conduzione.

aggiornato il 12 giugno 2013