Si scrive H2O e si legge acqua, ecco cosa c'è dentro un bicchiere

La formula magica che tutti conoscono e la prima che si impara a scuola. L'acqua è nell'immaginario collettivo la famosa molecola H2O, ovvero due atomi di Idrogeno e uno di Ossigeno e un litro ne contiene 33.4 milioni. Secondo le stime del Geological Survey nella Terra ci sono 1.300 miliardi di litri d'acqua, un patrimonio importante per la vita...

Ogni acqua ha proprietà chimiche e fisiche diverse che le danno una identità ben specifica

MILANO - L'acqua è il principale composto chimico della biosfera: alla sua presenza e alle sue proprietà si deve l'esistenza stessa della vita in tutte le forme note. La apparente semplicità della formula chimica, H2O, non deve trarre in inganno. Sono diverse le proprietà dell’acqua, molte delle quali ancora oggetto di studio da parte di scienziati e studiosi internazionali.

I NUMERI - A fare una stima della quantità di acqua presente sulla Terra è stato il Geological Survey americano. Fin da piccoli ci hanno insegnato che una molecola d’acqua è composta da due atomi di Idrogeno e uno di Ossigeno. Dentro a un litro d’acqua invece i numeri sono da capogiro, nemmeno immaginabili: ci sono infatti circa 33,4 milioni di miliardi di miliardi di molecole. Nel libro “The God Delusion”, il fisico Richard Dawkins ha ironicamente affermato che «ci sono molte più molecole in un bicchier d'acqua che bicchieri d'acqua». E Le stime dell’istituto americano recitano che nel mondo sono presenti circa 1.300 miliardi di miliardi di litri d’acqua, una quantità enorme ma che non fa dell’acqua una risorsa illimitata.

L’ACQUA E LA VITA - Uno dei principi base della chimica è quello che recinta “In natura nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma”. Lo stesso vale per l’acqua e la lista delle proprietà di questa misteriosa molecola è infinita. Un dato di fatto è stato enunciato da Felix Franck dell’Università di Cambridge: lo studioso ha analizzato le interazioni quantistiche dell’acqua con il Dna, le proteine e le cellule, ed è arrivato a una semplice conclusione. “Senza acqua, è solo chimica. Aggiungi l’acqua, e diventa biologia”. E in effetti il nostro corpo è fatto in media per il 65% d’acqua, ovvero 40 litri in un corpo medio di 70 chili.

LE CARATTERISTICHE - Paolo Manzelli, docente ordinario di Chimica fisica all’Università di Firenze, ha spiegato che l’acqua non si rigenera nel mondo ma è sempre la stessa e ha evidenziato quali sono le caratteristiche chimiche principali.

  • È la sostanza più diffusa sulla terra il 97,3% negli oceani e continenti, ed il 2,7% è presente sotto forma gassosa nella atmosfera. È stato calcolato che gli oceani contengono 1350 milioni di Km cubici di H2O, e che altri 770, sono sotto terra in varie forme (anche come acqua di cristallizzazione), ed infine che 28 milioni di acqua sono ghiacciati nelle calotte polari;
  • È l'unica sostanza che a temperature e pressioni dell'ambiente si presenta in tutti e tre gli stati fisici: (Ghiaccio - SOLIDO// LIQUIDO// GAS - vapore d'acqua );
  • Ha il potere solvente più elevato di qualsiasi altro liquido; pertanto l'acqua pura‚ praticamente impossibile ad ottenersi. Le acque minerali contengono disciolti dei sali in piccole quantità ed anche vi sono disciolti dei gas tra cui la anidride carbonica (CO2). Nelle acque minerali gassate (quelle che fanno tante bollicine) viene appositamente sciolto molto gas-CO2 )
  • Ha la capacità di assorbire molto più calore relativamente a qualsiasi altro composto: si dice per questo che l’acqua ha un "calore specifico" molto alto, e quindi l'acqua è utile per raffreddare l'ambiente incorporando essa molto calore (es: rinfrescarsi con una doccia), ed anche per mantenere il calore (es: borsa dell'acqua calda in quanto accumula e mantiene il calore). I laghi ed i mari trattenendo il calore estivo mitigano le temperature basse invernali nei pressi delle loro rive; quando l'acqua‚ è riscaldata evapora con maggior difficoltà di qualsiasi altro liquido, inoltre conduce bene il calore e bolle a temperatura molto più elevata (100° Gradi Centigradi) rispetto agli altri liquidi, esistenti a temperatura e pressione ambiente (eccetto il mercurio);
  • Solidifica a "zero" gradi centigradi; quando viene raffreddata, mentre tutti gli altri liquidi, diminuiscono di volume passando da liquido alla forma solida, l'acqua viceversa, aumenta di volume quando diventa ghiaccio; questo vuol dire che l'acqua che raffredda vicino a zero gradi diviene man mano meno densa e quando diventa ghiaccio quest'ultimo galleggia sull'acqua liquida. (Il massimo di densità dell'acqua è a +4 gradi Centigradi).

aggiornato l'8 ottobre 2013