You are here

Idrogel ed energia solare per dissalare l’acqua del Mar Morto

Uno studio dell’Università del Texas dimostra come un gel nanostrutturato favorisce l’evaporazione e la desalinizzazione dell’acqua con l’energia solare

AUSTIN, TEXAS Un gel nanostrutturato per favorire l’evaporazione e desalinizzare, traendo acqua dolce anche da quella ad elevata salinità del Mar Morto, sfruttando l’energia solare. È questa la scoperta degli ingegneri della Cockrell School of Engineering dell’Università del Texas rivelata in uno studio pubblicato su Nature Nanotechnology.

La tecnica della distillazione solare

I ricercatori dell’ateneo texano hanno realizzato una tecnologia di purificazione dell’acqua, che sfrutta la distillazione solare.

“La distillazione è un metodo comune per la produzione di massa di acqua dolce, tuttavia le attuali tecnologie, come flash multistadio e distillazione multieffetto, richiedono infrastrutture significative e sono piuttosto energivore chiarisce Fei Zhao, uno degli ingegneri del team texano L’energia solare, in quanto fonte di calore più sostenibile per la distillazione, è considerata una grande alternativa per la desalinizzazione”.

Le proprietà dell’idrogel

Per rendere tale processo di desalinizzazione più efficiente e più sostenibile sul piano energetico, i ricercatori dell’Università del Texas hanno progettato e sviluppato un idrogel, un gel ibrido che si caratterizza per le sue proprietà idrofile e semiconduttive, in grado cioè di favorire l’assorbimento solare.

In questo modo, se da una parte l’aumento della temperatura dell’acqua consente la sua evaporazione, dall’altra l’impiego dell’idrogel permette di generare del vapore acqueo che viene raccolto e raffreddato, grazie a un sistema di condensazione, che riconduce così l’acqua allo stato liquido.

I risultati ottenuti

Rispetto ai tradizionali concentratori di luce solare, che sono impianti complessi e molto costosi, l’idrogel richiede decisamente un dispendio inferiore di energia con una capacità di desalinizzazione particolarmente efficace.

“I nostri test all’aperto hanno mostrato una produzione giornaliera di acqua fino a 25 litri per metro quadrato, sufficienti per le esigenze domestiche ha dichiarato Guihua Yu, docente associato di scienze dei materiali e ingegneria meccanica dell’ateneo Ancora meglio, gli idrogel possono essere facilmente adattati per sostituire i componenti principali nella maggior parte dei sistemi di desalinizzazione solare esistenti, eliminando così la necessità di una revisione completa dei sistemi già in uso”.

di Alessandro Conte

3 ottobre 2018