Lockdown per Covid-19: migliora la qualità delle acque  - In a bottle

Lockdown per Covid-19: migliora la qualità delle acque

In seguito alle misure restrittive attuate in tutto il mondo i ricercatori hanno evidenziato un netto miglioramento delle condizioni non solo dell’aria ma anche dell’acqua

MILANO – Non solo l’aria: anche le acque mondiali oggi sono più pulite grazie alle restrizioni attuate in tutto il mondo durante il lockdown. Ad affermarlo i ricercatori del NC State University. Gli scienziati hanno registrato la diminuzione dell'inquinamento atmosferico dopo l'imposizione dei blocchi in tutto il mondo in risposta alla pandemia di COVID-19. Questa, però, non sarebbe l’unica conseguenza che si aspettano di vedere. I ricercatori ritengono infatti che ad un’aria più sana possa, di conseguenza, esserci anche un’acqua più pulita.

Connessione tra lo stato dell’aria e dell’acqua

"La connessione tra atmosfera e qualità delle acque è molto stretta", ha affermato Dennis Hallema, idrologo e professore assistente di ricerca presso il Dipartimento forestale e risorse ambientali della NC State University. “Questi due sistemi sono integralmente collegati. La domanda è: quanto di un cambiamento nella qualità ci aspettiamo di vedere?”. In una lettera alla rivista Ecological Processes, Hallema e i suoi collaboratori hanno riferito che quando hanno esaminato i dati satellitari raccolti dalla NASA tra il 23 marzo e il 5 aprile di quest'anno, hanno visto un calo "significativo" di alcuni inquinanti nell'aria rispetto a un analogo periodo dell'anno scorso. I ricercatori si sono concentrati sulla valutazione dell'impatto delle restrizioni di viaggio e di altre misure imposte a seguito della pandemia. Poiché la qualità dell'aria influisce sulla qualità dell'acqua, i ricercatori hanno riferito nella lettera che si aspettano di vedere miglioramenti nella qualità delle acque superficiali, che possono essere una fonte di acqua potabile.

Lo studio della NC State University

I sistemi idrici sono complessi, ha affermato lo studioso Hallema, quindi quei miglioramenti della qualità dell'acqua potrebbero richiedere del tempo per essere evidenti e potrebbero variare in base alla località di riferimento. Uno dei punti chiave del lavoro è stato quello di mostrare fino a che punto le azioni delle persone possano avere un impatto significativo sull'ambiente. "I miglioramenti delle acque superficiali dovrebbero essere piccoli, localizzati e di breve durata", ha detto Hallema. "Ma la prospettiva più ampia è che ciò dimostra che uno sforzo concertato porterà probabilmente a un approvvigionamento idrico più sostenibile. Abbiamo un alto grado di controllo sulla nostra qualità ambientale e non si limita solo alla qualità dell'aria", ha affermato. “Ogni sistema è collegato. Possiamo decidere insieme che, se la qualità ambientale è qualcosa che cerchiamo, possiamo fare in modo che ciò accada."

di Salvatore Galeone

Source: Adobe Stock

12 Giugno 2020