You are here

Il viaggio perfetto ha bisogno di acqua

Il viaggio perfetto ha bisogno di acqua

Il rischio dell’essere fuori casa è “dimenticarsi” di bere

MILANO – Per rimanere in salute durante il viaggio il trucco è semplice: bere acqua. Potrebbe essere ancora più utile ricordarlo adesso che, con l’arrivo della bella stagione, si sta mediamente  più spesso fuori casa. E uno dei rischi che assolutamente bisogna evitare è “dimenticarsi” di bere, dal momento che essere in movimento ci può portare ad allontanarci da una delle abitudini che tutti dovrebbe seguire quotidianamente. Ecco un piccolo vademecum su esigenze e consigli per i viaggiatori.

Le esigenze

Diversi fattori influenzano il bisogno di liquidi quali il clima, il livello di attività, la struttura del corpo e l'età. La massa corporea magra ha una quantità di acqua superiore rispetto al tessuto adiposo. Ciò significa che una persona più snella con un tono muscolare maggiore ha bisogno di più acqua. Alcune condizioni di salute, come malattie cardiache e diabete, possono elevare bisogno di liquidi.

I sintomi

Il sintomo della sete è una sentinella di allarme che indica che siamo già in presenza di un deficit idrico. L'obiettivo dovrebbe dunque quello di evitare di arrivare a sentirci assetati. Il colore delle urine è un indicatore semplice dello stato di idratazione: giallo scuro indica che occorre bere più acqua. Un segno esteriore di disidratazione, invece, è la pelle più secca, mentre altri sintomi possono essere vertigini, mal di testa, o stanchezza. Infine, se ci si sente affamati bisogna sapere che questa sensazione può essere collegata alla sete.

Consigli di viaggio

Ecco cinque regole da tenere sempre in mente per assicurarsi una corretta idratazione durante i viaggi.

  1. Frutta e verdura hanno un alto contenuto di acqua. Spuntini a base di frutta come mele, pere, arance e pranzi ricchi di insalate e verdure offrono un’ottima assunzione di acqua.
  2. Ricordarsi di bere un paio di bicchieri prima di partire per qualsiasi escursione.
  3. Tenere una bottiglia d’acqua sempre a disposizione.
  4. Prestate attenzione al clima. Ambienti caldi, ma anche altitudini elevate, aumentano la perdita di acqua.
  5. Idratare la pelle aiuta a mantenerne l’umidità soprattutto in ambienti secchi. A tal proposito è bene ricordare che il modo migliore è la tecnica dell’idratazione in&out, ovvero non solo con creme da spalmare sulla superficie ma anche dandole sollievo dall’interno.

di Redazione