You are here

Ritorno a scuola: consigli pratici per una corretta idratazione

Ritorno a scuola: consigli pratici per una corretta idratazione

Una corretta idratazione incrementa il livello di attenzione e concentrazione. Alcuni consigli pratici per preparare i bambini al rientro scolastico

MILANO – I bambini rappresentano una tra le categorie più a rischio a causa della loro maggiore percentuale di acqua corporea e del più veloce turnover.

Molteplici le implicazioni fisiologiche derivanti: alterazioni delle performance cognitive, diminuzione della capacità di lavoro muscolare, disturbi gastrointestinali, esaurimento del calore, allucinazioni, fino collasso circolatorio e possibilità di infarto cardiaco.

Idratazione e performance scolastiche

Ora sono tornati sui banchi di scuola è bene che genitori ed insegnanti aiutino anche i più piccoli a comprendere l’importante valore dell’idratazione, incoraggiandoli a bere regolarmente nel corso della giornata.

Secondo uno studio condotto su un campione di 59 bambini, tra i 7 e i 9 anni, è infatti risultato che un corretto apporto idrico migliora la performance cognitiva, incrementando i livelli di attenzione e concentrazione.

Quanto bisogna bere

Secondo una recente ricerca condotta su bambini dai 6 agli 11 anni e sugli adolescenti dai 12 ai 19 anni è emerso che l’apporto di liquidi necessario va da 1 litro a tre litri giornalieri

Le differenze non dipendono solo dall’età, e dal sesso  ma anche dal clima territoriale e dalle abitudini locali.

Ecco i parametri forniti dall’ European Food Standards Agency (EFSA).

  • Bambini 2-3 anni:  maschi 1,3 litri al giorno / femmine 1,3 litri al giorno
  • Bambini 4-8 anni: 1,6 litri al giorno / femmine 1,6 litri al giorno
  • Bambini 9-13 anni: 2,1 litri al giorno / femmine 1,9 litri al giorno
  • Adolescenti > di 14 anni: 2,5 litri al giorno / femmine 2 litri al giorno

Il valore di apporto idrico giornaliero consigliato è distinto per sesso femminile e maschile, in quanto le femmine hanno una maggiore percentuale di grasso corporeo.

I valori indicati inoltre, non si riferiscono soltanto all’introduzione di acqua, ma anche di altre bevande e cibi idratanti.

Consigli pratici

Ecco qui alcuni semplici suggerimenti per garantire la corretta idratazione dei più piccoli:

  1. È bene idratare i nostri bambini in modo sano, incentivandoli al consumo di acqua ed evitando l’abuso di bevande troppo zuccherine o ricche di additivi.
  2. Ricerche mostrano come una corretta idratazione incida anche nei più piccoli nella performance scolastica.
  3. Ricordarsi di mettere una bottiglietta d’acqua nello zaino dei propri bimbi limita l’assunzione di altre bevande zuccherate.
  4. Genitori ed educatori dovrebbero incoraggiare i più piccoli a bere regolarmente, così da trasmettere loro questa sana abitudine fin da piccoli.
  5. Anche gli insegnanti hanno il compito di far comprendere il ruolo fondamentale che l’idratazione svolge per il benessere del nostro organismo.
  6. I bambini dovrebbero bere circa 6-8 bicchieri di acqua al giorno.
  7. Per i bambini che praticano sport, fondamentale il reintegro dei liquidi persi attraverso un’idratazione più intensa.

di Alessandro Conte

19 settembre 2017

credits: Fotolia