You are here

L’Acqua nel Sottosuolo si Trova Grazie a un Metal Detector – In a Bottle

L’acqua nel sottosuolo adesso si trova grazie ad un tecnologico metal detector

In via di sviluppo una nuova tecnologia che potrebbe essere di supporto alle aree geografiche colpite da siccità

MILANO - Un massiccio metal detector collegato ad un elicottero sta sorvolando gran parte del Nuovo Galles del Sud (New South Galles), nello stato australiano, per aiutare gli agricoltori a scoprire sorgenti d’acqua e fonti minerali.

Come funziona il metal detector che trova l’acqua 

Il rilevamento elettromagnetico aereo sulla regione centro-occidentale, colpita da siccità, misurerà le proprietà elettriche naturali di terreni e rocce fino a 400 metri sotto la superficie. E’ un progetto tecnologico ed innovativo che potrebbe apportare significativo supporto nello sviluppo dell’agricoltura. "Ci auguriamo che questa tecnologia all'avanguardia aiuti i nostri agricoltori a trovare acque sotterranee e la nostra industria mineraria a scovare nuovi giacimenti di rame, oro e zinco", ha commentato il vice premier John Barilaro. Impostato per coprire un'area grande circa una volta e mezza le dimensioni della metropoli di Sydney, il dispositivo si comporterà come una versione più imponente dei più classici metal detector utilizzati per rilevare oggetti di metallo sulle spiagge, afferma il premier dello stato a capo del Dipartimento di Ricerca Geoscientifica.

Un prototipo altamente tecnologico e sicuro per persone e ambiente

“Alla base del prototipo vi sono una serie di processi altamente tecnici, composti da dati ad alta risoluzione, e l’utilizzo di tecnologie all’avanguardia. I campi elettromagnetici generati sono simili, in ampiezza, alle linee elettriche, in modo da non causare alcun danno alle persone o bestiame", ha concluso direttore John Greenfield, Direttore della ricerca geologica dell’NSW. L'elicottero, che condurrà indagini preliminari, volerà fino a novembre, tracciando aree disabitate tra le sorgenti Rankin e Louth, zone agricole scelte come siti di ricerca.

di Michael Dones 

Source: Adobe Stock

17 Ottobre 2019