Noleggio Barche: Numero di Utenti di App in Crescita – In a Bottle

App per Noleggio Barche: non solo Airbnb, la crescita dirompente delle App di sharing basate sull’acqua

Lo sviluppo di piattaforme alternative che vogliono cambiare il modo in cui le persone noleggiano barche o prenotano attività sull’acqua è in costante aumento

MILANO – Sono ormai passati dieci anni dalla nascita di Airbnb e Uber, applicazioni entrate nella vita di tutti i giorni, ed ora questi “Golia” si trovano a dover sgomitare con tanti piccoli “Davide” che, pur condividendo lo stesso modello di business, sono più all’avanguardia. La metodologia di funzionamento? La stessa. Un cliente è libero di noleggiare mezzi, in questo caso barche, direttamente dai proprietari o dagli operatori.

A primeggiare sul mercato per noleggiare barche è GetMyBoat 

L’applicazione ha visto la luce a San Francisco quando i fondatori, durante un’uscita in barca sull’Oceano Atlantico, hanno avuto l’illuminazione notando che un numero consistente di barche erano lasciate a galleggiare da sole sugli ormeggi. L’azienda ha avuto un vero e proprio exploit: da presenza fissa in città quali San Francisco, Miami e San Diego fino all’espansione in 184 paesi comprendenti più di 9 mila destinazioni. Un altro esempio è Boatsetter che dal 2017, anno in cui è stato acquisito da BoatBound, mette a disposizione in tutto il mondo ben 25mila barche. L’impresa con base a Parigi Click&Boat, invece, punta sugli yachts, con circa 30 mila mezzi a livello globale e, infine, Samboat che, nel Mediterraneo, ha una presenza di 25 mila unità.

Il mercato è in forte crescita: lo dicono i numeri

Dai primi giorni, GetMyBoat ha fatto navigare più di 120 mila utenti. Entro la fine del 2019 i fondatori prevedono di raggiungere quota 65 mila noleggi, un aumento esponenziale rispetto alle iniziali 53 persone che hanno prenotato una barca nel 2013. Questo nuovo tipo di business, quindi, permette alle persone di cercare e prenotare mezzi nautici per vivere esperienze uniche e nuove o, anche, la possibilità di partecipare ad eventi esclusivi, come per esempio nel Principato di Monaco o nel sud della Francia.

“Il mercato sta cambiando – commenta il capo del Marketing di GetMyBoat Val Streif – Le persone, infatti, non desiderano più di acquistare una propria barca, ma sono in netto aumento coloro che vogliono sperimentare un ‘water-sharing’ come quello che noi offriamo”.

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

21 Novembre 2019