Cambiamenti Climatici e Scioglimento dei Ghiacciai – In a Bottle

Il preoccupante scioglimento dei ghiacciai dell’Alaska

Giornalisti e reporter negli ultimi tempi stanno documentando il preoccupante fenomeno dello scioglimento repentino dei ghiacciai dello Stato federale americano

MILANO - Il fenomeno dei cambiamenti climatici è un rischio concreto per il Pianeta, tanto che si assiste sempre più spesso a prove tangibili dei loro effetti. Si riversano in rete filmati e documenti fotografici, ad opera di giornalisti e reporter, che attestano le condizioni dei ghiacciai dell’Alaska.

Lo scioglimento dei ghiacciai nel pianeta

Sono sempre più frequenti episodi di distaccamento o scioglimento dei ghiacciai in cui enormi blocchi di ghiaccio cadono nel mare dell’Alaska. Alcuni di questi fanno parte di un normale processo che avviene durante le transizioni stagionali dall'inverno all'estate, ma l'aumento delle temperature ne sta accelerando lo scioglimento in tutto il Pianeta: sia in superficie che sott'acqua. In Alaska i ghiacciai si sciolgono a ritmi allarmanti tanto che nel decennio tra il 1994 ed il 2003  lo Stato americano ha perso annualmente 75 miliardi di tonnellate di ghiacci. Lo rende noto uno studio condotto dai ricercatori dell'Università dell'Alaska Fairbanks e dell'agenzia scientifica US Geological Survey, che mette in guardia dall’impatto dello scioglimento dei ghiacci e sul conseguente aumento del livello dei mari.

Il pericoloso reportage raccontato da Chris Bray

Il fotoreporter Chris Bray ha documentato l’istante nel quale enormi blocchi di ghiaccio si sono staccati cadendo in mare, scatenando la nascita di un’onda anomala che ha travolto la canoa del fotografo, che fortunatamente non ha subito gravi conseguenze. La scena è impressionante ma triste al tempo stesso. L’incidente è avvenuto nel Ghiacciaio Chenega, uno specchio di mare tra le impervie montagne che si affacciano sul golfo dell’Alaska nello stretto di Prince William. “E’ stata un’esplosione così potente da poterla sentire nel petto.” Il fotografo Chris Bray descrive la vicenda ed afferma: “Si tratta di un evento stupefacente al quale assistere ma al contempo triste da vedere, poiché di anno in anno viene progressivamente esposta più roccia, mentre il ghiacciaio si ritira sempre più velocemente”.

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

24 Settembre 2019