Una tempesta colpisce Hamburg che si trasforma in un villaggio ghiacciato - In a Bottle

Una tempesta colpisce Hamburg che si trasforma in un villaggio ghiacciato

È successo lungo alcune coste del lago Erie: come se ci si trovasse all’interno del film d’animazione “Frozen”

MILANO – Dalla superficie del lago alle abitazioni. Tutto coperto dal ghiaccio. Non si tratta del film d’animazione Frozen ma, purtroppo, della città di Hamburg, sul bordo del lago Erie al confine tra l’America ed il Canada. Il fenomeno, una violenta tempesta, si è abbattuto con venti di burrasca provenienti dal vicino specchio d’acqua, a cui si sono aggiunte ondate di spruzzi rivolti verso le case. E siccome la temperatura era sotto lo zero, l’acqua si è congelata e su tutte le abitazioni ha creato uno straordinario effetto visivo.

Tutto come in un film

Lo scenario, che ricorda molto anche quello di “The Day After Tomorrow”, è apocalittico. Il lago Erie copre una superficie di 24mila chilometri quadrati e la stazione metereologica più vicina è quella di Watertown. Proprio lì si sono registrate raffiche di vento di poco inferiori ai 100 chilometri all’ora. Gli abitanti della zona sono giustamente preoccupati, dato che non sanno quantificare il tipo di danno che questa tempesta di ghiaccio potrebbe portare. Il peso del ghiaccio che si è depositato sul tetto, per esempio, potrebbe causare danni all’abitazione e alla relativa stabilità.

Nelle stesse ore, inoltre, si è registrata una nevicata di oltre 120 centimetri nelle zone dell’Altopiano di Tug Hill, nello stato di New York. Il fenomeno, definito, “neve da effetto lago”, si verifica quando una massa di aria molto fredda si sposta su acque più calde. Gli strati d’aria più vicini alla superficie del lago vengono riscaldati dall’acqua calda del lago stesso. Raccogliendo l’umidità ed il vapore acqueo del lago vengono poi rilasciati nello strato d’aria sovrastante. Tutto ciò determina bande di neve intensa, che si deposita sul lato sottovento delle coste di un lago o di un mare.

Lago di Erie, un po’ di storia

Il lago di Erie è uno dei cinque della zona dei Grandi Laghi dell’America settentrionale e, al tempo stesso, il tredicesimo al mondo per superficie compresi il mar Caspio ed il lago d’Aral (che sono salati).

La navigazione del lago, elemento che ha una notevole importanza a livello locale, è resa limitata dai bassi fondali e da alcuni abbassamenti del livello delle acque dovuti, per esempio, a periodi di siccità.

Nel 1813, infine, il lago Erie è stato teatro di una battaglia navale combattuta dalle forze statunitensi di Oliver Perry contro quelle inglesi. 

di Rossella Digiacomo

Source: Adobe Stock

19 Marzo 2020