You are here

Ikea investe nel riciclo della plastica

Ikea investe nel riciclo della plastica

Ikea investe in un impianto di riciclo della plastica: presto i suoi prodotti saranno realizzati con prodotti provenienti solo da plastica riciclata

MILANO – Dopo aver acquistato varie foreste (in Romania e nei Paesi Baltici) e alcuni parchi eolici (in Polonia), Ikea ha deciso di acquisire una quota di minoranza (il 15%) nella Morssinkhof Rymoplast, impianto di riciclo dei materiali plastici dei Paesi Bassi. Secondo quanto riportato dal The Guardian, il colosso svedese ha deciso di estendere il controllo della catena di approvvigionamento per renderla più sostenibile. Il suo ingresso nelle quote aziendali, consentirà alla Morssinkhof una capacità produttiva di plastica rigenerata pari a circa 200 tonnellate annue.

Plastica riciclabile e riciclata

La produzione di plastica rappresenta il 6% del consumo globale di petrolio, una cifra che dovrebbe raggiungere il 20% entro il 2050 se si continua su questa via. Lo scorso 1° febbraio il colosso svedese ha lanciato le ante KUNGSBACKA, frontali per cucina prodotti con legno e plastica riciclata.  Con questo investimento, Ikea si pone come obiettivo quello di realizzare – entro agosto 2020 – i propri prodotti plastici (circa il 40% della produzione) utilizzando materiali 100% riciclabili o già riciclati.

Pia Heidenmark Cook, responsabile della sostenibilità di Ikea, afferma che l'investimento con la fabbrica olandese serve ad aumentare le loro capacità. Non è un caso se è stata scelta proprio questa azienda: la Morssinkhof Rymoplast, infatti, dispone di impianti in tutti i Paesi Bassi e produce circa 220.000 tonnellate di materiali riciclati di prima qualità all'anno. Come ha sottolineato la Cook, questo è il primo investimento di Ikea in un’industria di riciclo, “Questa esperienza ci permetterà di comprendere cioè che è necessario al fine di ottenere una plastica di alta qualità da utilizzare per creare i nostri prodotti”.

Un passo logico

Jakob Rehme, docente di economia industriale presso l'Università di Linköping (Svezia), suggerisce che tali investimenti rappresentano un passo logico per una società in cui la domanda di materiali è così significativa. Investire in un impianto che potrebbe risultare strategico in caso di scarsità di risorse (come le materie plastiche riciclate) potrebbe rivelarsi fondamentale. Inoltre, se e quando la regolamentazione diventerà più rigida e i produttori saranno tenuti ad inserire una percentuale di plastica riciclata nei nuovi prodotti, un investimento nel riciclo sarà la svolta per Ikea.

di Alessandro Conte

29 maggio 2017

credits: Fotolia