“Agua Mala”, il romanzo a cui stava lavorando Luis Sepùlveda dedicato all’ambiente - In a Bottle

“Agua Mala”, il romanzo a cui stava lavorando Luis Sepùlveda dedicato all’ambiente

Lo riferiscono la sua casa editrice, Guanda, e la storica traduttrice dell’autore cileno, Ilide Carmignani

MILANO – Luis Sepùlveda, recentemente scomparso, stava lavorando ad un nuovo romanzo: “Agua Mala”. Dell’opera, fortemente ambientalista, non si sa ancora molto. Il volume, infatti, dovrebbe arrivare ancora nelle “mani” della casa editrice Guanda e della traduttrice Ilide Carmignani, che ha lavorato con lo scrittore cileno da sempre. Luis Sepùlveda, condannato all’esilio dal governo Pinochet, è anche autore di “Storia di una gabbianella e di un gatto che le insegnò a volare”. Un libro che, grazie ad Enzo D’Alò, è diventato un film che ha avuto un enorme successo.

“Agua Mala”: che cosa si sa fino ad ora

“Agua Mala” è l’ultima fatica a cui stava lavorando Luis Sepùlveda. Il romanzo, dai forti toni ambientalisti, si rivolge al Sud America, che si apre a nuove sfide. Dalla grande industria della pesca e dell’allevamento ai sovranismi marcati dal radicalismo religioso. Fino ad ora, dato che la casa editrice Guanda non ha ancora potuto visionare il manoscritto, si sa solo questo.

Ilide Carmignani, storica traduttrice di Luis Sepùlveda, ad Ansa ha voluto aggiungere: “In occasione di una festa per i suoi 70 anni, mi ha detto che era al lavoro su di un nuovo romanzo. Non l’ho ancora visto, non so altro, ma mi sono tenuta libera per la traduzione. Luis Sepùlveda scriveva più libri contemporaneamente”.

“Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa”

“Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa”, scritto nel 2018, è l’ultimo libro di Luis Sepùlveda. C’è una vecchia leggenda che, in Cile, collega le vicende di “Moby Dick”, raccontate da Melville, alla storia di un piccolo popolo del Sud del mondo. Con questo libro, l’autore cileno vuole insegnare ai bambini il valore del rispetto e dell’amore per e per l’ambiente che ci circonda.

Il tema ambientale, per Luis Sepùlveda ma anche per il Cile in generale, è sempre stato una priorità. L’autore cileno insisteva nel promuovere e invitare la gente a vivere in armonia con la Natura, riconoscendo l’interdipendenza tra quest’ultima e l’uomo.

di Salvatore Galeone

Source: Adobe Stock

28 Aprile 2020