You are here

L'acqua S. Pellegrino trionfa agli Oscar 2014 con La Grande Bellezza

S.Pellegrino è un'icona internazionale dello stile di vita italiano, sulle tavole di tutto il mondo come sul grande schermo. Ecco perché non poteva mancare la stella rossa di S.Pellegrino nel film...

Due apparizioni per  la stella rossa di S.Pellegrino all’interno della pellicola “La grande bellezza” di Paolo Sorrentino

MILANO - Dopo 15 anni, il cinema italiano torna protagonista alla notte degli Oscar grazie al regista Paolo Sorrentino ed al suo film “La grande bellezza”. Il film è ambientato e interamente girato a Roma, omaggio voluto a «La Dolce Vita» di Federico Fellini. Il film è un vero e proprio manifesto dei pregi e dei difetti dell’Italia di oggi. Tra le “grandi bellezze del Made in Italy” spiccano i suggestivi paesaggi e monumenti romani, il cast della pellicola (accanto a Toni Servillo un cast straordinario fra cui Carlo Verdone, Sabrina Ferilli, Isabella Ferrari, Carlo Buccirosso) e alcuni brand italiani, come l’acqua S.Pellegrino.

ACQUA IN SCENA- L’acqua S.Pellegrino entra in scena per la prima volta all’interno del film mentre il protagonista Jep Gambardella passeggia di sera lungo le strade della città capitolina e scorge in un locale un commensale arabo che gusta spaghetti con le vongole utilizzando il cucchiaio insieme alla forchetta. Spaghetti e acqua S.Pellegrino, quindi, sono stati scelti come simboli del gusto e della cucina italiana che tutto il mondo apprezza e ci invidia. La celebre bottiglia fa la sua seconda comparsa nel finale della pellicola, quando Jep Gambardella organizza la cena sulla terrazza di casa con la “santa” e cardinale Bellucci. Uno dei momenti clou del film, in cui la S.Pellegrino compare al centro della grande tavolata.

UN’ACQUA DA OSCAR- Non è la prima volta che l’acqua minerale S.Pellegrino è protagonista al cinema insieme all’Italia alla notte degli Oscar. Era il 1962 quando “La Dolce Vita”, il film del grande regista Federico Fellini, vinse l’ambita statuetta per i costumi. La scena più memorabile del film ambasciatore, come S.Pellegrino, il culto del "Live in Italian" nel mondo, è incorniciata dalla scrosciante acqua della Fontana di Trevi, mentre la stella rossa di S.Pellegrino campeggiava da un cartellone sullo sfondo. Nel 2008 con il film "Juno" di Jason Reitman l’acqua S.Pellegrino, che compare in diverse scene del film,  torna protagonista del “red carpet” grazie al premio Oscar per la miglior sceneggiatura assegnato a Diablo Cody. Amata da grandi registi come Woody Allen, la presenza della S.Pellegrino sul grande schermo è molto frequente: basti pensare a film come “La grande abbuffata", "Qua la mano", The Player", "Potere assoluto", "I Tenenbaum", "Ipotesi di reato", "Mi presenti i tuoi?", "Ocean's Twelve", "Sex and the City - The movie", "State of Play", "Basta che funzioni".

aggiornato il 10 marzo 2014