You are here

Water Drop, la tecnica per fotografare una goccia d’acqua – In a Bottle

Come fotografare una goccia d’acqua

Grazie ai consigli di affermati fotografi, è possibile “freezare” la caduta di una goccia d’acqua in uno scatto

MILANO – Spesso ci si chiede come “catturare” una goccia d’acqua in una foto. Fermare il tempo nel preciso momento in cui scende una goccia per immortalarla in uno scatto è il sogno di tutti. Attraverso i consigli di fotografi esperti anche è possibile sfruttare la cosiddetta “Water Drop”, una delle tecniche fotografiche più suggestive.

I consigli

Il fotografo e film maker Adam Karnacz, in un video pubblicato sul suo canale Youtube,  spiega come “freezare” la caduta dell’acqua dal momento che si stacca dalla sua fonte al momento prima che tocchi una superficie. Per farlo non occorre per forza avere uno studio fotografico: bastano una macchina fotografica con obiettivo macro, da uno a due lampeggiatori/flash, dell’acqua, del colorante per alimenti e una fonte da cui fare cadere la goccia.

Effetto Water Drop

Seguendo i consigli del fotografo e attraverso lo scatto di foto in sequenza, è possibile catturare l’attimo esatto ed avere un effetto Water Drop come dei veri e propri fotografi professionisti. Occorre posizionare il cavalletto della propria macchina fotografica davanti la goccia che cade ad una distanza proporzionata all’obiettivo, utilizzare come sfondo un foglio colorato fissato sul muro e usare i due flash (uno per catturare il movimento della goccia, l’altro per illuminare lo sfondo) durante gli scatti.  Prima di cominciare, è preferibile fare una prova con una matita o un altro oggetto per capire dove si vuole far cadere la goccia e mettere bene a fuoco la macchina. Occorre infine avere una buona dose di pazienza e caparbietà: probabilmente non si otterranno risultati positivi al primo colpo, ma la soddisfazione finale sarà massima.

di Chiara Fossati

Source: Pexels

5 Febbraio 2019