You are here

Obesità infantile, l’impegno di Nestlé Waters in Messico – In a Bottle

Obesità infantile, l’impegno di Nestlé Waters in Messico

Il Messico è uno dei Paesi con il più alto tasso di obesità infantile; ecco cosa ha fatto Nestlé Waters in collaborazione con il Ministero della Salute

MILANO –  L'obesità è un problema di salute globale che, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità è quasi triplicato a livello mondiale dal 1975. In genere colpisce le persone con una dieta scorretta e che fanno poco esercizio fisico, ma è diventato un problema crescente tra i bambini.

Preoccupante il dato (2016) secondo cui 41 milioni di bambini di età inferiore ai cinque anni, risultano in  sovrappeso o obesi. Tra le nazioni e le persone più interessate troviamo il Messico, dove già da qualche anno Nestlé Waters sta collaborando a stretto contatto con il Ministero della Salute per promuovere la sana idratazione e informare grandi e piccoli a riguardo.

La collaborazione virtuosa fra pubblico e privato

L’accordo fra la più grande azienda mondiale in fatto di alimentazione e il Governo dello stato centro-americano ha visto per 3° anno consecutivo sviluppare alcune importanti iniziative:

  • Celebrazione di una Giornata Nazionale dell’Idratazione
  • Coinvolgimento degli studenti di medicina (ovvero gli esperti di domani) per spiegare loro i vantaggi della corretta idratazione
  • Un media-tour per sensibilizzare i cittadini

A partecipare all’Healthy Hydration Day sono state quasi 80.000 persone - dai giovani agli anziani – che sono state invitate allo zoo di Chapultepec di Città del Messico e nella foresta di Colomos a Guadalajara.

"Siamo molto orgogliosi di aver raggiunto sempre più famiglie per aumentare la consapevolezza sull'idratazione sana – ha affermato Gabriela Corral, direttore marketing di Nestlé Waters Mexico – Stiamo promuovendo abitudini sane concentrandoci sui genitori per aiutare a trasferire buone abitudini ai loro figli, come bere più acqua e mantenersi idratati”.

Giovani e opinion maker

Un esperto di nutrizione, specializzato in idratazione, ha guidato il roadshow della cosiddetta Hydration Brigade per spiegare a oltre 300 studenti di medicina i benefici dell’acqua per salute e per invogliarli a farsi portavoce di questo messaggio.

Non solo, a scendere in campo sono stati anche istituzioni ed esperti nel corso di un tour dedicato ai media nel quale è stato spiegato come una sana idratazione può portare benefici alla salute. Tra gli interventi anche quello di Sandra M. Mata Camacho, vicedirettore dell’unità di coordinamento per la partecipazione sociale del Ministero della Salute messicano.

di Prisca Peroni

25 ottobre 2018