You are here

“Un treno d’acqua”, miglior progetto sostenibile al Gruppo Sanpellegrino_alt tag

“Un treno d’acqua”, miglior progetto sostenibile al Gruppo Sanpellegrino

L’iniziativa di logistica sostenibile con il marchio Nestlé Vera è stata premiata in occasione del “Premio Camst – il gusto di migliorarsi”

MILANO – Il 10 maggio scorso a Milano, presso l’Unicredit Pavilion durante lo svolgimento della prima edizione del “Premio Camst – Il gusto di migliorarsi”, dedicato ai partner, l’azienda leader nella ristorazione italiana ha premiato, nella categoria sostenibilità, il progetto nato in collaborazione con il Gruppo Sanpellegrino per il trasporto su rotaia dell’acqua minerale Nestlè Vera.

Un treno d’acqua per l’ecosostenibilità

Il treno merci del Gruppo Sanpellegrino ha una frequenza settimanale: parte ogni martedì dall’Interporto di Padova e arriva all’Interporto di Bologna, dove si trova la sede del magazzino Camst, una struttura di 23 mila metri quadrati che consente a Camst di governare direttamente la filiera degli acquisti e di ottimizzare i trasporti. Il nuovo servizio consente di togliere dalla strada ogni anno circa 500 autotreni e di evitare di rilasciare in atmosfera 66,5 tonnellate di CO2, per una riduzione equivalente al 78% rispetto al trasporto effettuato solo su gomma. Il trasporto su treno consente inoltre anche un risparmio energetico di 880.000 MJ all’anno (-74% rispetto al trasporto effettuato su gomma).

L’impegno di Sanpellegrino per la logistica sostenibile

“La logistica sostenibile è uno dei tasselli fondamentali dell’impegno di Sanpellegrino sul fronte della sostenibilità ambientale, di cui Nestlé Vera si fa portavoce – ha dichiarato Stefano Marini, Direttore Business Unit Italia del Gruppo Sanpellegrino – Per limitare le emissioni di anidride carbonica il nostro Gruppo adotta una strategia che privilegia l’utilizzo dei trasporti su rotaia, tant’è che siamo il più grande cliente diretto di Trenitalia nel largo consumo. Il progetto ‘Un treno d’acqua’, che prevede il trasporto via treno di acqua minerale Nestlé Vera dall’Interporto di Padova all’interporto di Bologna, è l’esempio concreto di come, attraverso partnership logistiche strategiche, come quella sviluppata con Camst e le strutture logistiche presenti sul territorio si possa ridurre l’impatto ambientale raggiungendo insieme importanti traguardi anche a beneficio dell’intero sistema strutturale. Il vero risultato di questo progetto, che rappresenta una reale innovazione logistica, è la riuscita di un trasporto in modalità ferroviaria su una tratta adatta, per la sua breve lunghezza – c.ca 115km -, esclusivamente alla modalità camionistica. E questo si è reso possibile soltanto attraverso il coinvolgimento delle strutture ferroviarie territoriali (Interporti di Padova e Bologna) con la determinante azione di Trenitalia.

di Alessandro Conte