You are here

Bagni caldi in inverno, in Islanda si può

Bagni caldi in inverno, in Islanda si può

Ecco l'ultima moda che arriva dall'Islanda: percorrendo il Golden Circle è possibile visitare valli e territori con acque sempre calde

MILANO - Chi l’ha detto che occorre attendere i mesi estivi per immergersi in acqua e farsi un bagno rigenerante? Ecco l’ultima moda: farsi il bagno in pieno inverno immergendosi in sorgenti naturali la cui temperatura rimane calda anche nelle stagioni più fredde. Una di queste città è Reykjadalir, in Islanda.

Golden Circle

Un viaggio in Islanda è l’ideale quando si vuole fare una gita e si hanno pochi giorni a disposizione. Nel sud dell’Islanda esiste un particolare itinerario turistico denominato “Golden Circle”, che copre circa 300 km, percorre la capitale Reykjavík fino ad arrivare in Islanda centrale. Qui si possono percorrere terreni agricoli, montagne, laghi e luoghi storici. Ci vogliono circa 10-12 ore, molte delle quali da percorrere a piedi per godere appieno delle meraviglie della natura.

Bagno rigenerante

Parte centrale dell’itinerario, dopo diverse ore passate alla guida, è la possibilità di farsi un bagno caldo per rigenerare i muscoli e la testa, provati da ore e ore di viaggio. Niente di meglio di un bagno caldo in una sorgente naturale calda! Ci sono molti punti e altre meraviglie naturali in Islanda, ma le sorgenti calde sono sicuramente le migliori. Un luogo spettacolare si trova accanto al villaggio di Hveragerði.

Valle fumosa

Reykjadalir, che tradotto letteralmente significa "valle fumosa", è situata a nord della città, nelle colline ed è un luogo facile da percorrere. Dopo aver parcheggiato l'auto, basta seguire il percorso e scoprire la vera natura islandese, fatta da canyon, valli verdi, cascate e ruscelli. Dopo circa 45 minuti di trekking, si arriva a Reykjadalir. Qui basta avere il costume e godere di un bagno rilassante in acque pulite e sicure al 100%.

di Alessandro Conte

1 marzo 2017

credits: fotolia