You are here

Esplode il turismo sottomarino, tutti in vacanza sott'acqua

Dormire vicino agli squali, cenare tra razze, pesci tropicali e tartarughe marine. La nuova tendenza dei viaggi è il turismo sottomarino. Aumenta il numero degli hotel e dei ristoranti sommersi,...

Sempre più i turisti che scelgono gli alberghi sottomarini con vista fondale

MILANO - L’ultimo trend in fatto di vacanze estive sembra essere quello del turismo sottomarino: cresce infatti il numero degli hotel e dei ristoranti subacquei in tutto il mondo e se fino a qualche anno fa, vivere sott’acqua sembrava un sogno, oggi è invece un fenomeno sempre più alla portata di tutti.

L’INIZIO DEL FENOMENO - Il primo hotel subacqueo è stato lanciato nel 1986 e si trova al largo della Florida in una laguna di mangrovie (Key Largo). Conosciuto il tutto il mondo con il nome di Jules Undersea Lodge, la struttura è composta da un affascinante appartamento dotato di due stanze, ricavato da un ex laboratorio di ricerca (circa 200 mq). E’ collocato a 10 metri di profondità, e può ospitare sino a sei persone. Unico handicap, il raggiungimento dell’accesso, che può avvenire soltanto attraverso l’uso di bombole ed erogatore.

MALDIVE, BAHAMAS E DUBAI - Per i veri appassionati di fondali marini disposti a non badare a spese le opzioni si moltiplicano. Grazie alle ultime strutture non solo suite sommerse ma anche ristoranti panoramici vista oceano. Tre i più famosi resort a livello mondiale:

  • Hilton Maldives Resort & Spa Rangali Island :  Racchiuso da una volta di plexiglas, l’Ithaa (che in lingua maldiviana significa “perla”) assicura una vista magnifica ed indimenticabile, grazie anche alla bellezza dell’Oceano Indiano circostante. Posto a cinque metri di profondità, il ristorante noto per una cucina fusion maldiviana, offre la possibilità di divenire una suite privata per due persone, con possibilità di trascorrere una notte sott’acqua.
  • Poseidon: Il resort sorge vicino a Eleuthera, alle Bahamas, a 18 metri di profondità. Autore del grandioso progetto Bruce Jones, impresario statunitense. Il complesso prevede un ristorante e ventidue ampie suites di 150 metri quadrati
  • Hydropolis: Hotel sottomarino situato sotto le coste del Dubai,progettato da Joachim Hauser. Tre i corpi principali della struttura: una futuristica reception (con annessi i vari uffici), un complesso sottomarino ospitante le numerose suites e un tunnel trasparente, atto a collegare le due strutture.

I PROGETTI FUTURI - Ancora in fase di progetto e costruzione the Water Discus Hotel, struttura di lusso e high-tech che si collocherà sull’isola tropicale di Kuredhivaru, nell’arcipelago maldiviano. Designer del complesso futuristico Pawel Podwojewski, art director conosciuto in tutto il mondo, che l’ha concepito come un enorme disco posto a 7 metri di profondità, dotato di ogni comfort, tra cui ristorante e spa.

Aggiornato il 10 luglio 2013