Matrimonio 2.0: macché Chiesa, adesso ci si sposa sott’acqua! - In a Bottle

Matrimonio 2.0: macché Chiesa, adesso ci si sposa sott’acqua!

Dalla Thailandia le coppie hanno trovato un modo originale per dirsi “sì, lo voglio”

MILANO – Dire “sì, lo voglio” in Chiesa è una delle esperienze più significative della propria vita, un’emozione che resterà impressa per sempre, ma anche celebrare il Matrimonio in una location “non convenzionale” potrebbe rivelarsi unico ed indescrivibile. Dalla possibilità di essere dichiarati marito e moglie nel mezzo di un campo da calcio, sotto la Curva della squadra del cuore, a quello ad alta quota, in mongolfiera, passando per un’esperienza “sotto zero” nel suggestivo Ice Hotel fra i ghiacci della Svezia. I modi per unirsi sono davvero infiniti e, dalla Thailandia, ne arriva uno ancora più “sui generis”.

Il “sì, lo voglio” più profondo di sempre

Undici coppie, fra cui tre arrivate appositamente dall’estero, hanno deciso di sposarsi con la propria anima gemella sott’acqua. I matrimoni, infatti, sono stati celebrati sui fondali del mare della Thailandia, nella provincia meridionale di Trang: i partner hanno così detto “sì, lo voglio” indossando maschere, bombole d’ossigeno e boccagli in perfetto “sub style”.

È successo anche in Italia

Un matrimonio a quattro metri di profondità, qualche anno fa, è stato celebrato anche in Italia ed hanno preso parte 40 invitati. La coppia di sposi ha avuto l’opportunità di dire il proprio “sì” fra i pesci, le alghe ed i coralli del fondale di Cala Moresca, nel mare del Golfo Aranci in Sardegna. Grazie all’aiuto di un centro immersioni che ha dato una mano ai meno esperti, tutti gli ospiti inoltre hanno potuto assistere al “rito subacqueo”.

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

28 Febbraio 2020