You are here

Pronto a monitorare la tua idratazione? Ora puoi farlo con un’app

Pronto a monitorare la tua idratazione? Ora puoi farlo con un’app

Smartphone alla mano, da oggi è possibile misurare l’esatto livello d’acqua nel corpo

MILANO – Siete pronti a monitorare la vostra idratazione? Da oggi potete farlo con la nuova app lanciata da Healbe Corp, definita il primo monitoraggio dell’idratazione corporea  al 100%. Ogni giorno è possibile trovare un’infinità di applicazioni diverse sui Play Store, ma l’ultima idea di Heable sembra aver creato un mezzo innovativo capace di far fronte alla problematica della disidratazione

Monitoraggio costante dell’idratazione

Il monitoraggio del livello di idratazione che offre questa app, permette di notificare agli utenti quando il livello d’acqua nel corpo si abbassa troppo. Può fornire un report dei liquidi che la persona ha consumato durante il giorno e può misurare automaticamente l'assunzione d’acqua proveniente da cibi e bevande tramite un sensore di impedenza, che viene utilizzato per misurare il livello complessivo dei liquidi presenti nel corpo di una persona. I risultati vengono visualizzati su uno smartphone e le persone vengono avvisate mediante una notifica su display, spingendo l’individuo ad assumere  più acqua se il livello di liquidi nel corpo è troppo bassa. Il firmware per il monitoraggio è parte di Healbe’s GoBe app che è disponibile su entrambi i dispositivi iOS e Android. La tecnologia prende in considerazione l’attività fisica della persona e calcola la quantità di calorie bruciate.

Può aiutare anche gli anziani

Paradossalmente questa innovazione diventa uno strumento importante anche per le persone anziane, visto che sono tra le più esposte al rischio disidratazione. La tecnologia ormai ha raggiunto ogni tipo di età e non sorprende più vedere un cellulare o un tablet in mano all’adolescente o ad un 65enne. Mantenere il corpo idratato dovrebbe essere la priorità, soprattutto per l’anziano e questa app rappresenta un’ulteriore tentativo di ricordare l’importanza del giusto apporto idrico giornaliero. 

di redazione