You are here

Le cave di ghiaccio islandesi che incantano il mondo

Le cave di ghiaccio islandesi che incantano il mondo

Le cave di ghiaccio della laguna del ghiacciaio Svinafellsjokull in Islanda sono uno spettacolo unico al mondo. Ecco come si formano

MILANO - Le cave di ghiaccio sono incantevoli e spettacolari strutture naturali che appaiono ai margini dei ghiacciai. Quelle di cui ci occupiamo in particolare, molto belle se viste dall’interno, si trovano nella laguna del ghiacciaio Svinafellsjokull in Skaftafell, Islanda.

Le cave di ghiaccio

Il ghiaccio secolare che scende dalle pendici del ghiacciaio si è trasformato con il passare del tempo in un fantastico cristallo che non contiene alcuna bolla d’aria.  L’assenza d’aria è indice del fatto che il ghiaccio assorbe la maggior parte della luce visibile, fatta eccezione per la frazione di blu che risulta poi individuabile ad occhio nudo. Nonostante ciò, il ghiaccio in questi particolari colori può essere visto soltanto in determinati momenti dell’anno, in particolare durante l’ inverno, dopo lunghi periodi di pioggia, quando lo strato più superficiale del ghiacciaio viene progressivamente eliminato. Può essere visto sia nelle cave di ghiaccio che su iceberg.

Come si formano

La spettacolarità di queste cave di ghiaccio è il risultato di un mulino glaciale, o di un mulino dove la pioggia e l’acqua di scioglimento del ghiacciaio vengono incanalate in piccoli rigagnoli che entrano all’interno delle fessure. I canali di scolo dell’acqua scorrono verso altitudini inferiori, formando lunghe cave con uno sbocco alla fine del ghiacciaio. I sedimenti che vengono trasportati attraverso l’acqua di disgelo e che sopraggiungono tramite il vento fanno apparire di colore fangoso parte delle pareti della cava, mentre la parte superiore presenta un colore blu intenso. A causa dello spostamento molto veloce del ghiacciaio, attestato intorno ad 1 metro al giorno, questa cava di ghiaccio si incrina sino alla sua estremità in un crepaccio verticale molto profondo. Tutto questo permette indirettamente alla luce di entrare all’interno della cava da entrambe le sue aperture, con la conseguente illuminazione omogenea di tutto il tunnel di ghiaccio.

Uno spettacolo mozzafiato

Si può accedere alla cava attraverso un ingresso di 6 metri lungo la battigia. Questo pian piano si assottiglia, sino a raggiungere il metro di lunghezza. Le cave di ghiaccio sono solitamente molto instabili e rischiano di crollare in qualsiasi momento. Ci si può entrare soltanto in inverno e, anche se siamo in marzo, sappiamo bene quanto, a differenza dell’Italia, le temperature siano basse in Islanda. E’ ricorrente al loro interno sentire strani e forti rumori. Questi infatti non son provocati da un improvviso cedimento della struttura, ma dal movimento della cava, che avviene insieme a quello del ghiacciaio stesso. Quindi, ogni volta che il ghiacciaio si muove anche solo di pochi millimetri, chi si trovasse all’interno lo potrebbe percepire. 

di Alessandro Michielli

27 marzo 2017

credits: amusingplanet.com