Il Glen Canyon, lì dove l’acqua scorre attraverso le rocce - In a Bottle

Il Glen Canyon, lì dove l’acqua scorre attraverso le rocce

L’area, che si trova nel centro dell’Altopiano del Colorado, comprende più di 50mila ettari di acqua

MILANO – Una delle aree più belle e ricche di storia degli Stati Uniti d’America è il Glen Canyon, un’area naturale situata nello stato del Colorado sotto la custodia del National Park Service. Quando i lavori per la creazione della diga del Glen Canyon si sono ultimati, nel 1966, in quella zona si è raccolta tutta l’acqua proveniente dal fiume Colorado, che ha formato il lago Powell. Le sue acque, inoltre, hanno formato nel corso degli anni oltre 2000 miglia di costa lungo alcune scogliere, ma anche provocato l’allagamento di circa cento canyon.

Di seguito alcune delle aree più belle, che possono essere ammirate e visitate.

Horseshoe Bend

Questa formazione è il classico esempio della forza erosiva dell’acqua, che segue il suo percorso naturale. Situato a poche miglia a valle della diga del Glen Canyon, Horseshoe Bend è, geologicamente parlando, un meandro inciso a ferro di cavallo del fiume Colorado: è uno dei pochissimi fenomeni geologici unici rintracciati all’interno dell’area ricreativa nazionale del Glen Canyon. Le pareti rocciose a strapiombo sono fatte di densa arenaria Navajo e agiscono come delle barriere naturali al flusso del fiume, portando le acque del Colorado a fare una curva e viaggiare attraverso delle rocce più “morbide”.

Antelope Canyon

Questa struttura è il risultato dell’azione delle condizioni metereologiche estreme per millenni di anni. L’Antelope Canyon, infatti, si è formato a seguito di inondazioni improvvise provocate dall’azione del corso d’acqua che attraversa il territorio e che è andato ad agire sulla parete di pietra arenaria Navajo prima di svuotarsi nel fiume Colorado e di andare ad alimentare il lago Powell. Famoso per i suoi giochi di luce sulle sue pareti e per le cascate di sabbia che scorrono nelle profondità del posto, l’Antelope Canyon è suddiviso in due parti: l’Upper ed il Lower. Il primo è quello più famoso e, allo stesso tempo, il più facile da visitare: è lungo poco meno di 100 metri ed è frequentato da migliaia di turisti l’anno. Circa 7 chilometri a Nord-Ovest, invece, c’è il Lower Antelope Canyon, che si sviluppa per 2 chilometri in lunghezza. Entrambe queste zone, attualmente, sono sotto il controllo della popolazione Navajo che organizza dei tour guidati.

di Salvatore Galeone

Source: Adobe Stock

20 Gennaio 2020