Trovata una foresta sotto il livello del mare risalente al 6000 a.C. - In a Bottle

Trovata una foresta sotto il livello del mare risalente al 6000 a.C.

Sensazionale scoperta fatta dagli scienziati ad un chilometro da Palavas-les-Flots, nel Mediterraneo. Al mondo ne esistono altre due, una in Alabama e l’altra in Galles

MILANO – Nei pressi della località balneare francese che dà sul Mar Mediterraneo, è stata scoperta una foresta sommersa vecchia di 8mila anni. La scoperta è stata fatta da alcuni scienziati del Centro di Ricerca Archeologica Subacquea della Linguadoca, a circa un chilometro dalla costa di Palavas-les-Flots. La notizia, però, non è unica. Al mondo, infatti, ne esistono altre due: la prima si trova al largo dell’Alabama ed è stata individuata nel 2005 dopo l’uragano Katrina. L’altra, invece, nelle coste al largo del Galles ed è stata scoperta nel 2014.

Datazione possibile grazie al carbonio 14

Il team di ricercatori, grazie al carbonio 14, è riuscito a datare la foresta risalente al 6000 a.C. Testimonianza di come l’acqua ed il tempo abbiano giocato fra loro per più di 8mila anni mantenendo l’ambiente intatto, senza risentire dei cambiamenti climatici.

“Non si tratta di tronchi rotolati dalla mareggiata – dichiara Jean-Yves Jouvenel del gruppo di ricerca archeologica della costa della Linguadoca – Ma nemmeno di elementi provenienti da qualsiasi tipo di relitto. Si tratta di ceppi d’albero con il loro apparato radicale”.

Marie-Pierre Jezegou, ingegnere presso il Dipartimento di ricerca di Ouest France, sostiene che il tutto sia credibile “in quanto si tratta di un periodo in cui l’innalzamento del livello del mare è stato molto rapido”.

Stati Uniti e Galles, le altre due foreste sottomarine

È stata la forza distruttiva dell’uragano Katrina, nel 2005, a portare alla luce un “tesoro” sepolto nell’oceano Atlantico. Ciò che emerso era una foresta di cipressi calvi, vecchia di 50mila anni, con ceppi di 2.5 metri circa di diametro. Il “luogo” si trova a 16 chilometri di profondità dalle coste dell’Alabama ed è stato a lungo tenuto segreto. È stato un pescatore della zona a scovarlo, condividendo la notizia solo con alcuni abitanti del luogo. Successivamente, però, la scoperta è stata raccontata a Ben Raines, direttore esecutivo della Weeks Bay Foundation, organizzazione no-profit che si preoccupa di proteggere l’ecosistema delle coste dell’Alabama.

Nel 2014, come riporta Spiegel.de, è stata trovata una foresta preistorica di 4.500 anni fa. Sulla spiaggia di Cardigan Bay una tempesta ha eroso la sabbia ed ha scoperto questo insieme di alberi che, in passato, sono stati oggetto dell’innalzamento del livello marino avvenuto in quel periodo. Una volta, infatti, la foresta copriva un’area di diversi chilometri tra le località gallesi di Borth e Ynyslas. Con i cambiamenti climatici però, la torba, la sabbia e l’acqua salata inghiottirono gli alberi e la foresta, che sparirono. I resti tornati alla luce oggi ci dicono che il Galles è “più alto” rispetto a 4.500 anni fa e sta tornando ad occupare la posizione che aveva prima.

di Michael Dones

Source: Adobe Stock

15 Aprile 2020