5 consigli utili per risparmiare acqua in casa

5 consigli utili per risparmiare acqua in casa

La rivista Forbes ha pubblicato cinque consigli utili suggeriti da Rea Gonzales per risparmiare acqua in casa e ottimizzare al massimo quella utilizzata

MILANO – Quello del risparmio idrico è  un tema da sempre molto dibattuto, poiché molto spesso l’acqua ad uso domestico viene utilizzata all’esterno, per innaffiare piante, riempire piscine o vasche da bagno.

Utilizzare in maniera corretta una risorsa preziosa come l’acqua è il modo migliore per avvicinarsi ai principi del risparmio idrico.

Ecco allora che sulla celebre rivista Forbes si leggono alcuni utili consigli suggeriti da Rea Gonzales, rappresentante del Los Angeles Department of Public Works, su come risparmiare acqua ed ottimizzare al massimo quella utilizzata.

Riduci l’irrigazione

Considerato che la maggior parte dell’acqua di casa viene utilizzata all’aperto, la Gonzales consiglia di risparmiare acqua partendo dalla riduzione dei tempi di irrigazione, concentrandoli la sera tardi o la mattina molto presto, sempre utilizzando l’acqua in maniera moderata.

L’irrigazione all’alba riduce la possibilità di evaporazione dell’acqua con il sole ed il caldo pomeridiani l’annaffiatura lenta ha l’obiettivo di far penetrare l’acqua in profondità, così da non avere dispersione ma anzi la maggior efficienza possibile.

Il consiglio è quello di innaffiare per cinque minuti, procedere con una pausa di dieci minuti, per poi riprendere l’annaffiatura per altri cinque minuti.

Occhio ai guasti

Per ottimizzare al meglio il quantitativo di acqua impiegato per l’irrigazione, è necessario controllare innanzitutto che non vi siano difetti e perdite negli innaffiatoi o irrigatori.

E’ opportuno inoltre assicurarsi che gli ugelli siano diretti verso le piante e non altrove.

Verifica le perdite

E’ opportuno effettuare periodicamente un controllo per individuare e riparare eventuali perdite di rubinetti e tubature.

E’ inoltre auspicabile provvedere alla sostituzione con modelli ad alta efficienza, così da ridurre il quantitativo di acqua utilizzato ma non la pressione. Nessuna perdita va mai sottovalutata.

Basti pensare che wc che funziona in maniera non corretta può sprecare sino a 200 litri di acqua al giorno.

Migliora l’efficienza

E’ necessario sostituire periodicamente gli elettrodomestici, così che possano avere la maggior efficienza possibile.

La spesa iniziale verrà sicuramente ricompensata attraverso bollette meno salate, nonché un notevole risparmio idrico.

Arreda con piante che “bevono” poco

Nella scelta delle piante per il proprio balcone o giardino, è meglio prediligere quelle che richiedono un minor quantitativo di acqua giornaliero, come ad esempio le piante grasse.

Un’altra soluzione per il risparmio idrico può essere la sostituzione dell’erba dei prati con tappeti di erba sintetica.

di Salvatore Galeone

20 giugno 2018

credits: fotolia