You are here

Il carburante rinnovabile per gli aerei del futuro - In a Bottle

Gli aerei del futuro voleranno grazie ad acqua, luce solare e CO2

L’uso esteso del carburante rinnovabile prodotto con il sistema SUN-to-LIQUID porterebbe al taglio del 90% delle emissioni degli aerei

MILANO – Un carburante rinnovabile per velivoli sviluppato sfruttando l’energia solare concentrata e un reattore capace di produrre gas sintetico. È questa la scoperta dei ricercatori del progetto SUN-to-LIQUID, i quali stanno effettuando diversi test per dimostrare che acqua, sole e CO2 possono costituire il carburante necessario a far volare gli aerei.

Dall’energia solare al cherosene

Il progetto, sviluppato in Spagna presso il Technology Park IMDEA di Mostoles vicino Madrid e finanziato dal programma europeo di ricerca Horizon 2020, è basato su una tecnologia che prevede l’azione combinata di 3 sistemi. Le radiazioni del sole vengono riflesse verso un piccolo reattore solare che, attraverso la conversione termochimica, produce gas sintetico (un mix di idrogeno e monossido di carbonio), che viene poi portato allo stato liquido e trasformato in cherosene.

Il sistema ha dato fin da subito risultati molto positivi, ma i ricercatori stanno già valutando l’implementazione di materiali più efficienti e la costruzione di reattori su scala industriale.

I vantaggi

Con l’utilizzo su larga scala del nuovo carburante, gli studiosi hanno stimato una riduzione di oltre il 90% delle emissioni prodotte dal settore dell’aviazione, considerato uno tra i più inquinanti e con meno alternative in termini di propellenti sostenibili. Non è da escludere per il futuro l’applicazione del sistema anche al trasporto pesante su gomma e quello navale.

di Michael Dones

Source: 

22 Luglio 2019