Mazda MX-30, l’auto elettrica con plastica riciclata

Mazda MX-30, l’auto elettrica con plastica riciclata

La marca giapponese entra nel mercato delle auto elettriche, puntando dal motore all’abitacolo tutto sulla sostenibilità e sull’utilizzo di materiale riciclato.

MILANO – Zero emissioni di CO2 e interni realizzati con materiale riciclato per muoversi in città all’insegna della sostenibilità. Mazda lancia sul mercato il suo nuovo modello, la MX-30. Si tratta della prima auto full electric della marca di Hiroshima, capace di abbinare trazione elettrica e minor impatto ambientale.

La nuova auto elettrica

La MX-30 è pensata soprattutto per l’uso cittadino, una “urban car” per muoversi nel traffico della città in maniera sostenibile. Con la sua piccola batteria a ioni di litio da 35,5 kWh promette un’autonomia da 200 km. La ricarica dal 20% all'80% avviene in 3 ore utilizzando l'alimentazione in CA (all’esterno dell’automobile), o in circa 36 minuti con quella in CC (all’interno della vettura).

Interni ecosostenibili

L’abitacolo della Mazda MX-30, rispetto ai modelli precedenti, è stato rivisto in chiave eco-friendly, a partire dai materiali utilizzati: plastica riciclata (Pet) è stata usata per i rivestimenti delle porte, mentre per i sedili sono stati utilizzati fino al 20% di filato riciclato. La similpelle premium vintage, invece, è prodotta facendo ricorso all’acqua anziché a solventi organici. Il sughero Heritage Cork che riveste il tunnel centrale, raccolto dalla corteccia degli alberi senza abbattimento, rappresenta un richiamo alla storia di Mazda; la casa automobilistica giapponese fu fondata a Hiroshima nel 1920 da Jujiro Matsuda proprio come fabbrica di sughero.

Di Salvatore Galeone

24 Luglio 2020