Parte la nuova campagna di COREPLA che trasforma il riciclo in un virale

Partita la nuova campagna informativa di COREPLA, il Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio e il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in plastica. E per diffondere una corretta...

La campagna di COREPLA“La plastica. Troppo preziosa per diventare un rifiuto”si diffonde nella rete con i virali

MILANO - Informare correttamente sulla reale destinazione dei rifiuti in plastica in maniera semplice, creativa, e divertente. La campagna informativa 2012 di COREPLA, presentata il 9 febbraio scorso a Roma, quest’anno introduce la viralità del linguaggio Internet per sensibilizzare i cittadini, in maniera sempre più convinta e coinvolgente, alla raccolta degli imballaggi in plastica e alle opportunità ambientali ed economiche per la collettività che offre il riciclo.

IL RICICLO NEL 2011 - I dati resi noti da COREPLA in merito alla la raccolta differenziata fanno emergere, nel 2011, risultati importanti. La raccolta degli imballaggi in plastica è cresciuta infatti del 7%, sfiorando così le 660.000 tonnellate, mentre il riciclo effettivo ha segnato un trend ancora più positivo grazie ai progressi compiuti nell’efficienza di selezione a valle della raccolta e nella promozione per l’utilizzo di plastiche miste, arrivando a superare le 390.000 tonnellate (+11%). Infine, in termini di risorse economiche, COREPLA ha riconosciuto ai Comuni– o ai soggetti gestori dei servizi di raccolta da questi delegati – poco meno di 160 milioni di euro.

LA CAMPAGNA - In virtù di questi risultati positivi, il Consorzio ha rilanciato il suo impegno per svolgere una continua azione di informazione ed educazione a sostegno del sistema della raccolta e del riciclo. Alcune ricerche recenti di COREPLA hanno rilevato che l’ostacolo maggiore ad un sempre più attivo e convinto coinvolgimento dei cittadini risiede ancora nella scarsa conoscenza dell’effettivo destino della plastica raccolta. Nasce da qui la campagna 2012 “La plastica. Troppo preziosa per diventare un rifiuto”, con la quale il Consorzio cerca di lanciare messaggi chiari ed essenziali, ma dai forti connotati informativi, al più vasto pubblico possibile messaggi chiari ed essenziali.

I VIRALI - Per convincere scettici e distratti sul valore del riciclo degli imballaggi in plastica, sono stati pensati tre video virali, divertenti e dall’alto contenuto informativo, che lanciano il messaggio di fondo della campagna: la plastica è troppo preziosa per diventare un rifiuto. Una bottiglia d’acqua in PET, un flacone vuoto di ketchup e un porta uovasono i protagonisti della trasformazione della plastica che, raccolta correttamente e riciclata, si trasforma in oggettinuovi e inaspettati, rivive una seconda vita, fa nascere nuove materie prime e anche energia pulita.