RecycleSmart, l’app italiana che ha conquistato l’Australia - In a Bottle

RecycleSmart, l’app italiana che ha conquistato l’Australia

L’applicazione ideata da Giorgio Baracchi e Marco Prayer Galletti ha rivoluzionato le abitudini di riciclo nella terra dei canguri grazie ad un servizio a disposizione di famiglie ed aziende

MILANO - Consentire alle persone di migliorare l'ambiente e preservare il pianeta attraverso un servizio di riciclo conveniente e affidabile. Con questo obiettivo Giorgio Baracchi e Marco Prayer Galletti, due giovani imprenditori italiani che da anni vivono in Australia, hanno ideato l’app RecycleSmart, l’innovativa applicazione che vuole rivoluzionare il settore della gestione dei rifiuti in Australia, sia per gli individui che per le aziende.

Come funziona l’app

L'app RecycleSmart rappresenta il database di riciclo più completo in Australia, capace di fornire informazioni su come riciclare. Attraverso l’app è possibile selezionare facilmente tra le diverse categorie di ricerca, come ad esempio plastica, vetro, batterie, casalinghi. Fatto ciò, l'app indicherà all’utente in quale contenitore va posto il materiale di scarto in modo da poter riciclare con sicurezza.

Migliorare il riciclo nelle comunità australiane

L’impegno del duo italiano vuole rivoluzionare le abitudini di riciclo nel Paese che li ospita. L’Australia è una nazione ancora arretrata in termini di raccolta differenziata: tutto quello che va riciclato finisce in un bidone con il coperchio giallo, tutto il resto in un unico contenitore. Sono poche le amministrazioni locali che raccolgono separatamente vetro, plastica e metallo.

Grazie all’app RecycleSmart, i due imprenditori offrono una soluzione per ridurre la quantità di materiali riciclabili destinati alle discariche, rendendo il riciclo facile ed economico. “Collaboriamo con le amministrazioni locali per trovare la soluzione più efficace ai loro problemi di riciclo. Quindi ci rivolgiamo alla comunità, facilitando il processo di raccolta e selezione dei rifiuti riciclabili indicando loro i raccoglitori giusti dei materiali di scarto, in modo che possano essere riciclati responsabilmente.”

App e ritiro a domicilio

Con l’app ed il servizio a domicilio, i due imprenditori vogliono aiutare tutti coloro che non sono sicuri di cosa fare con i rifiuti prodotti e cercano informazioni su cosa può o non può essere riciclato. “La nostra app educativa e il comodo servizio PickUp rimuovono la seccatura e l'ambiguità che circondano il mondo del riciclo, rendendo più facile a tutti noi fare la nostra parte nel preservare l'ambiente. Aiutiamo le persone a riciclare materiali come plastica morbida, indumenti, rifiuti elettronici e materiale di scarto. Siamo impegnati nel recupero delle risorse e siamo sempre alla ricerca di nuovi modi per migliorare il nostro servizio e soddisfare al meglio le esigenze delle comunità.”

Di Rossella Digiacomo

Source: Adobe Stock

30 Giugno 2020