You are here

Il riciclo bottle-to-bottle e i suoi benefici – In a Bottle

Il riciclo bottle-to-bottle e i suoi benefici

La Pet-Recycling Schweiz ha commissionato uno studio che dimostra come il sistema di riciclo bottle-to-bottle porterebbe benefici ambientali notevoli

MILANO – La PET-Recycling Schweiz, organizzazione elvetica attiva nella raccolta e riciclo di bottiglie per bevande in PET, ha commissionato uno studio a Carbotech per valutare se l’onere aggiuntivo in termini di consumi energetici e resa - considerando i criteri igienici più restrittivi imposti da riutilizzo della plastica per uso alimentare - giustificasse il recupero in circuito chiuso. I risultati sono stati sorprendenti.

La ricerca

Dallo studio emerge che il maggior beneficio ottenibile dipende in modo rilevante dalla quantità del materiale riciclato reintrodotto nel circuito di produzione delle bottiglie e dal numero di cicli di rigenerazione a cui vengono sottoposti i contenitori.

Un incremento del 20 percento dei volumi, secondo i ricercatori, comporterebbe infatti un incremento dei benefici ambientali al 140 % rispetto al riciclo convenzionale.

«Questo studio conferma l’efficacia del sistema svizzero basato sull'elevata qualità del materiale raccolto, nonché i massimi benefici raggiunti a favore dell’ambiente grazie al ciclo chiuso delle bottiglie», ha affermato Jean-Claude Würmli, direttore di PET-RecyclingSchweiz.

La strategia europea per il riciclo

Che occorre porre più attenzione al riciclo è una questione che travalica anche i confini nazionali. Gli europei, se ragioniamo a livello di continente, producono circa 25 milioni di tonnellate di rifiuti di plastica, e meno del 30 % è riciclata. Per questo motivo la Commissione Europea ha stabilito una nuova strategia sulla plastica a livello comunitario che sia in grado di dettare una serie di regole di base per il settore.

«Se non modifichiamo il modo in cui produciamo e utilizziamo le materie plastiche, nel 2050 nei nostri oceani ci sarà più plastica che pesci. Dobbiamo impedire che la plastica continui a contaminare le nostre acque, il nostro cibo e anche il nostro organismo. L’unica soluzione a lungo termine è ridurre i rifiuti di plastica riciclando e riutilizzando di più- ha dichiarato Timmermans».

di Salvatore Galeone

24 ottobre 2018

credits: fotolia