You are here

Riciclo rifiuti: l'Italia è la prima in Europa

Riciclo rifiuti: l'Italia è la prima in Europa

Gli ultimi dati Eurostat dicono che l'Italia è il Paese con più alta percentuale di riciclo di rifiuti e seconda per fatturato e addetti nel settore

MILANO – L'Italia è il Paese europeo con la più alta percentuale di riciclo dei rifiuti (urbani, industriali e altri).

Lo dicono gli ultimi dati Eurostat, citati in un comunicato dalla ong ambientalista Kyoto Club.

Con il 76,9% di rifiuti avviati a riciclo, l'Italia presenta una incidenza più che doppia rispetto alla media europea (37%) e ben superiore a tutti gli altri grandi Paesi: la Francia è al 54%, il Regno Unito al 44%, la Germania al 43%.

I dati

La quantità riciclata netta dell'Italia (che include import-export di rifiuti e cascami) è pari a 56,4 milioni di tonnellate ed è inferiore solo a quella della Germania (72,4 milioni di tonnellate).

I flussi più rilevanti per l'Italia sono rappresentati dai cosiddetti riciclabili tradizionali (carta, plastica, vetro, metalli, legno, tessili), che arrivano a 26 milioni di tonnellate. Seguono i rifiuti misti avviati a selezione (circa 14 milioni di tonnellate), i rifiuti organici e verdi (circa 6 milioni di tonnellate) e i rifiuti chimici (1,7 milioni).

I comuni italiani virtuosi

Aumentano i Comuni italiani 'liberi' dai rifiuti: 525 località, per una popolazione che sfiora i 3 milioni di persone.

Al top c'è il Nord Italia con 413 Comuni (79% del totale), segue il Sud con 87 e il Centro con 25. Le migliori Regioni sono nell'ordine: Veneto con il 35% dei Comuni 'rifiuti free', Friuli Venezia Giulia (29%), Trentino-Alto Adige (17%) e Campania (9%); tutte oltre la media nazionale che è del 7%.

Mancano all'appello Valle d'Aosta, Umbria, Puglia e Sicilia.

Questi alcuni dei dati principali del rapporto Comuni ricicloni 2016 di Legambiente realizzato con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e in collaborazione con ANCI, CONAI, Utilitalia, FISE-Assoambiente, CiAl, Comieco, CoRePla, CoReVe, Ricrea, Rilegno, CdC- RAEE, CIC e Assobioplastiche.

di Alessandro Conte

17 ottobre 2017

credits: Fotolia