You are here

T Power H20: la moto che fa 500 km con un litro d'acqua

Dal Brasile arriva T Power H20, la moto che fa 500 km con un litro d'acqua. Come funziona l'invenzione di Ricardo Azevedo e le perplessità degli scettici

SAN PAOLO (BRASILE) – “Chi fa da sé fa per tre” recita un vecchio proverbio che, a quanto pare, vale anche in Brasile dove, come ha documentato il Daily Mail, il pubblico ufficiale Ricardo Azevedo ha ben pensato di prestare il proprio contributo per rendere l’aria più pulita con una trovata che potrebbe rivoluzionare il concetto di mobilità.

Incredibile ma la sua creazione, nota come T Power H2O, funziona inserendo nel serbatoio della propria moto un solo litro di acqua, quanto basta per percorrere, spensierati, ben 500 km.

Come fa a funzionare?

A entrare in gioco è proprio quel processo che causa la scomposizione dell'acqua in ossigeno e idrogeno gassosi così da creare una combustione che libera l'energia necessaria per il funzionamento della moto trasformando quindi l’energia elettrica in energia chimica.

Per farlo è stato sufficiente a una batteria per auto. Niente di inquinante dunque verrà rilasciato nell’aria e dallo scarico della moto si vedrà uscire solo vapore acqueo.

Per chi storce il naso alla notizia e mette in discussione la veridicità dei fatti, Ricardo ha pensato a tutto facendo un video, visibile su YouTube, in grado di dimostrare al mondo intero il suo capolavoro e il funzionamento green che non va a incidere in modo alcuno sulla qualità dell'aria.

Progetto pilota

La rivoluzionaria idea per ora rimane un prototipo che, però, oltre a rendere orgoglioso il suo ideatore, ha già fatto molto parlare di sé dando luogo a pareri divergenti.

I più critici dimostrano il proprio scetticismo puntando il dito sulla batteria esterna che non sarebbe in grado di generare energia sufficiente per permettere alla moto di funzionare senza problemi per 500 km mentre altri sostengono che la quantità di idrogeno generata dall'elettrolisi non sarebbe abbastanza per alimentare la moto.

La base è buona, bisogna però apportare qualche piccolo perfezionamento e sperare che il pubblico ufficiale possa fare di una semplice idea una brillante soluzione per il futuro, vantaggiosa per portafoglio e ambiente. 

di Salvatore Galeone

9 marzo 2018

source: dailymail.co.uk