You are here

Allenamenti intensivi: 6 regole basilari per mantenersi idratati

Allenamenti intensivi: 6 regole basilari per mantenersi idratati

L'urologo Cornell svela le 6 regole basilari per mantenere un buon livello di idratazione per gli atleti che fanno allenamenti intensivi

MILANO – Gli atleti che perdono molti liquidi attraverso l’attività fisica hanno bisogno di reintegrare molti più liquidi e di riconoscere i segni in caso di disidratazione. L’urologo Cornell, riporta il portale Men’s Fitness, svela alcune regole per mantenere un buon livello di idratazione.

Idratarsi prima di un allenamento

Prima di un allenamento intensivo è opportuno idratarsi adeguatamente. Alcuni studi hanno dimostrato che talvolta gli atleti sono in fase di disidratazione prima ancora di iniziare l’allenamento.

Bere ogni 15 minuti durante l’allenamento

Quando si esercita un allenamento intensivo occorre aumentare il dosaggio di acqua da assumere e bere ogni 15 minuti.

Il colore dell’urina

Deve essere giallo pallido ed è determinante per conoscere il proprio livello di idratazione.

Controllo fisico

I ragazzi dovrebbero fare un controllo fisico generale almeno ogni due anni, se non ogni anno, per conoscere la funzione renale dai test del sangue. I sintomi tipici della cattiva funzione renale sono gonfiore, stanchezza e problemi di digestione.

Una dietra equilibrata

Nei giovani adulti è difficile che si sviluppino i calcoli renali, ma talvolta possono formarsi in seguito a una cattiva idratazione, a una dieta salata e all’assunzione di troppe proteine animali.

Scegliere l’acqua per idratarsi

L’acqua deve essere la principale fonte di idratazione durante l’allenamento.

di Valentina Izzo

31 ottobre 2017

credits: Fotolia