Cosa fare se d'estate arriva la stipsi del viaggiatore

Cosa fare se d'estate arriva la stipsi del viaggiatore

Gli esperti dell'Osservatorio Sanpellegrino spiegano come affrontare la stipsi del viaggiatore, un disturbo che può sopraggiungere con le vacanze

MILANO – Le vacanze, i cambiamenti climatici, il distacco dalla routine e uno stile alimentare diverso, talvolta possono comportare degli squilibri nell’intestino.

Può accadere di essere colpiti, come riporta Hydrationlab.it , dalla cosiddetta “stipsi del viaggiatore” e di non riuscire più a entrare in sintonia con il proprio corpo.

La stipsi è il rallentamento del traffico intestinale ed è uno dei disturbi gastrointestinali più diffusi, che sopraggiunge in particolare in concomitanza a un viaggio.

In seguito ai cambiamenti dei ritmi della giornata, può alterarsi anche il nostro orologio biologico e la stipsi può manifestarsi attraverso gonfiore e irrequietezza.

L’importanza dell’acqua

“Per cercare di alleviare questo problema sicuramente un valido aiuto viene dall’acqua – spiega il Professor Umberto Solimene, dell`Università degli Studi di Milano, esperto dell’Osservatorio Sanpellegrino e Presidente FEMTEC, Federazione Mondiale del Termalismo – Una corretta idratazione, soprattutto nei periodi estivi, è una delle migliori soluzioni non solo per garantire salute a tutto il corpo, ma anche per aiutare il nostro intestino a rimettersi in moto. L’acqua facilita la stimolazione dei processi digestivi aumentando così la velocità di svuotamento dello stomaco e favorendo l’aumento della velocità del transito intestinale. La buona regola è bere almeno otto bicchieri di acqua al giorno per contribuire a contrastare questo fastidioso disturbo”.

I rimedi naturali contro la stipsi

Per contrastare la stipsi possono essere utili alcuni rimedi naturali e anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale; aumentare il consumo di frutta, verdura e fibre facilita il movimento intestinale agevolando la sua regolarità.

Anche praticare attività fisica può essere un’ottima iniziativa per diminuire la costipazione e aiutare la digestione e il transito intestinale. Cibo, sport e soprattutto acqua, sono quindi i tre migliori alleati da portare anche in vacanza, per restare in equilibrio con il nostro corpo e soprattutto con il nostro intestino.

di Valentina Rizzo

12 luglio 2017

credits: Fotolia