You are here

Le gocce di rugiada come non le avete mai viste: gli scatti di Sharon Johnstone

Mix di acqua, luci e colori, sfumature insolite e riflessi cangianti, questi gli elementi essenziali delle fotografie di Sharon Johnstone, artista britannica appassionata di Water Drop Photography...

Il perfetto mix di luce e acqua e la rugiada del mattino rende i fiori gioielli

MILANO -  Ammirare la perfezione della natura attraverso l’arte, questa l’essenza degli scatti di Sharon Johnstone, fotografa naturalista nata a Birmingham, in Inghilterra.  Diplomata nel corso di Fine Arts alla University of Creative Arts nel 1993,  e specializzata in incisione, l’artista ha poi deciso di dare libero sfogo al suo estro artistico attraverso la “Water Drop Photography”.

LE OPERE E LE TECNICHE - Tra i soggetti più amati dalla fotografa inglese, l’acqua, che immortala sotto varie forme. Una delle più ricorrenti è quella rappresentata dalle piccole gocce di rugiada che all’alba si trovano depositate su fiori, foglie e fili d’erba. Le gocce d’acqua diventano negli scatti della Johnstone vere e proprie perle, capaci di creare giochi di luce e colore davvero strabilianti. Bastano poche ore per variare completamente il mix creato: la luce del sole infatti regala sfumature tanto uniche, quanto estremamente variabili.

LE PAROLE DELL’ARTISTA–  Ecco alcune dichiarazioni dell’artista in merito alle sue opere: “Grazie all’utilizzo della tecnica di macro-photography è come se mi rifugiassi in un altro piccolo mondo. Amo esplorare i dettagli minuscoli della natura che spesso sfuggono all’occhio umano. Adoro ricercare colori bellissimi e composizioni astratte dentro il passeggio naturalistico; a questo proposito sono infatti particolarmente felice quando scruto ed esploro le gocce di rugiada del mattino che regalano uno spettacolo unico ed emozionante”.

OIL AND WATER ABSTRACTS - Tra le ultime creazioni dell’artista alcune fotografie astratte, rappresentate dal mix “acqua-olio”. Questi due elementi infatti, una volta congiunti, riescono a dare origine a bolle galleggianti  dalle forme più disparate, le quali se colorate attraverso dei pigmenti appositi, danno vita a capolavori astratti ancora più affascinanti.

Aggiornato il 2 agosto 2013