You are here

Plastic Fantastic: l'evoluzione del design di Kartell in mostra

Plastic Fantastic: l'evoluzione del design di Kartell in mostra

Al Daelim D Museum di Seul dal 13 settembre al 4 marzo sarà in mostra Plastic Fantastic, le opere di design di Kartell dagli anni '50 ad oggi

SEUL – Dal 13 settembre 2017 al 4 marzo 2018, il Daelim D Museum di Seoul ospita la mostra Plastic Fantastic, che racconta l’evoluzione del design Kartell dagli anni ’50 ad oggi.

I valori di Kartell fra cui innovazione e ricerca vengono rappresentati attraverso installazioni dal forte contenuto emozionale.

 

La rivoluzione della plastica di Kartell

La mostra è un’occasione per scoprire gli oggetti più belli di Kartell: gli arredi, le lampade contemporanee, gli oggetti per la casa, uniti da un comune denominatore il materiale plastico che Kartell usa fin dagli anni ’50 per la produzione di articoli casalinghi e illuminazione e, dagli anni ’60, anche per mobili e complementi d’arredo (la prima sedia di plastica del mondo è di Kartell, design Marco Zanuso e Richard Sapper, anno 1964).

Kartell ha rivoluzionato l’idea stessa della plastica portandola nel panorama domestico quando era vista solo come materiale industriale, riconciliando così creatività progettuale e innovazione tecnologica.

 

Il dialogo fra plastica e design 

Il focus della mostra è proprio l’incontro fra plastica e design, in cui il bello e l’utile danno vita a oggetti funzionali e innovativi.

Un dialogo tra l’industria e il design, tra il valore del progetto e la creatività degli architetti e designer internazionali, dai maestri Achille Castiglioni, Marco Zanuso, Gae Aulenti e i contemporanei Philippe Starck, Piero Lissoni, Antonio Citterio…

La Plastic Fantastic coinvolge il pubblico attraverso installazioni e ambienti che giocano sull’emozione, l’intrattenimento; ma anche con corsi di education e conferenze coi designer.

La mostra si sviluppa attraverso prodotti, grafica, illustrazioni e fotografie, che raccontano la storia dell’azienda.

di Valentina Izzo

20 settembre 2017

credits: Source