You are here

Alison McDonald, l’artista che trasforma la plastica in arte – In a Bottle

Alison McDonald, l’artista che trasforma la plastica in arte

Le lezioni ecologiche dell’artista Alison McDonald che crea esposizioni d’arte innovative basate su creazioni ingegneristiche di plastica riciclata

MILANO – Esposizioni d’arte innovative basate su creazioni ingegneristiche di plastica. E’ questo che contraddistingue il lavoro di Alison McDonald, artista del nord del Queensland che utilizza la plastica riciclata per realizzare opere d’arte rivoluzionarie. Le sue mostre infatti attirano molti curiosi, che oltre a scoprire le potenzialità della cosiddetta “arte del riciclo”, assimilano importanti lezioni ecologiche.

Una vita dedicata al riciclo

Sei mesi dopo la mostra Alison McDonald's Wanton, Wild & Unimagined, l’artista ha dichiarato che trasformare i rifiuti in opere d’arte non si tratta solo di passatempo, ma di un percorso culturale sulle dinamiche dello spreco. McDonald ha detto di aver unito  la sua passione per il riciclo alla volontà di mantenere l’ambiente pulito: “Faccio un lavoro molto estetico della plastica e cerco di attirare più persone possibili – afferma Alison McDonald’s -. In questo modo la gente, oltre a entusiasmarsi di fronte ad un’opera anticonvenzionale, impara a rispettare l’ambiente”.

Mostra dal fine educativo

Le mostre organizzate da McDonald hanno lo scopo di esaltare la potenzialità della plastica riciclata e allo stesso tempo lanciare un messaggio chiaro: rispettare l’ambiente. Ma oltre ai procedimenti industriali, esiste anche il riciclo creativo della plastica, che può dare vita a risultati sorprendenti come questi: altri esempi sull’utilizzo delle bottiglie di plastica sono la creazione di portafiori, lampade, mosaici e altri oggetti decorativi.

Idee utili e divertenti, adatte anche ad educare i più piccoli ad uno stile di vita ecosostenibile. Generalmente, la plastica viene suddivisa già a livello individuale, attraverso il metodo della raccolta differenziata, per poi essere raccolta, stoccata e destinata ai vari processi di lavorazione. Ma nel caso di McDonald la bottiglia non è l’unica protagonista: nelle sue opere l’artista valorizza molto anche i tappi di bottiglia.

Tra le sue opere più apprezzate infatti c’è un mappamondo di mille colori formato da una centinaia di tappi riciclati arrivati da tutto il pianeta. Infatti l’artista, quando gli amici vanno in vacanza, l’unica cosa che “pretende” è di ricevere come regalo i tappi di ogni genere.

di Salvatore Galeone

13 novembre 2018

source: abc.net.au