You are here

E' l'acquafitness la tendenza dell'estate per mantenersi in forma divertendosi

Troppo caldo per tenersi in forma? Per mantenersi tonici e belli anche in estate la soluzione è il fitness in acqua, da praticare non solo in piscina ma anche al mare. Tantissime le alternative...

I benefici della ginnastica in acqua: molte le varianti.

MILANO -  Con la stagione estiva se da un lato mantenere la forma fisica appare fondamentale per sentirsi più belle e a proprio agio con il proprio corpo, dall’altro le alte temperature e l’afa diminuiscono la voglia di allenarsi. Quali soluzioni adottare quindi? L’ultima tendenza è quella della ginnastica in acqua, che permette di bruciare calorie, tonificarci e divertirci a ritmo di musica. Tanti i benefici e tante le discipline possibili; ecco qui le principali.

I CORSI - Antesignana di tutte le discipline basate sul concetto di ginnastica in acqua, l’acquagym, o acquafitness. Se essa inizialmente era utilizzata solo come attività riabilitativa per soggetti che avevano degli handicap fisici, successivamente è divenuto lo sport ideale per rimanere in forma divertendosi. L’acquagym, oltre che un allenamento vero e proprio, può quindi essere praticato anche con fini ricreativi. Tra le altre discipline a lei correlate:

  • Acqua Spinning, una sorta di cyclette acquatica, da praticare immersi fino al petto.
  • Acqua Dance: essa permette di ballare in acqua a tempo di musica. Le melodie più adatte quelle latino-americane, ma anche country, hip hop e funky.
  • Woga: disciplina corporea e spirituale, particolarmente adatta a chi ha subito traumi o interventi chirurgici, ma anche a tutti quelli che vogliono scaricare le tensioni accumulate durante la giornata
  • Power Water:  Tecnica di potenziamento muscolare intensa, che si pratica in acqua bassa e con speciali attrezzi
  • Water Combat: Calci, pugni, parate e combinazioni di movimenti delle arti marziali e degli sport da combattimento, tutti ad alta intensità, a ritmo di musica ed eseguiti immersi fino al petto.

I BENEFICI - Numerosi i benefici correlati alla pratica di queste discipline, di cui se ne possono contare fino a 70 tipi diversi. Tutte sono più o meno ad alto impegno energetico, potenziano il sistema circolatorio e, grazie alla resistenza opposta dall’acqua, tonificano muscolarmente tutte le aree corporee, riducendo anche gli inestetismi della cellulite. Ognuna può inoltre potenziare maggiormente un’area corporea rispetto che un’altra: gambe, glutei e addominali quelle più allenate.

ACQUAFITNESS IN SPIAGGIA - Con l’evoluzione dei servizi di molte strutture alberghiere e balneari queste discipline di fitness si sono diffuse anche sulle spiagge italiane a costo zero. Numerose le varianti proposte per accontentare i gusti di tutti i bagnanti: dai più piccoli ai più grandi, dalle donne agli uomini, dagli sportivi appassionati ai più pigri.

Aggiornato il 24 ottobre 2013